Assicurazione casa, cosa devi fare prima di firmarla: ti salverà in caso di furto o rapina

Prima di firmare per l’assicurazione della casa devi conoscere queste informazioni, sono importanti: ti salveranno tutto.

Affittare una casa è una bella spesa, ma comprarla lo è ancora di più. Bisogna tenere conto di molti elementi importanti, come i documenti fiscali che andranno firmati per esempio. Inoltre è importante essere convinti della propria scelta per evitare di avere rimorsi in seguito. In questo caso si dovrà prestare maggiore attenzione per non commettere un grosso errore di valutazione.

E dopo l’acquisto definitivo della casa si passa alla sua assicurazione, cioè un momento dolente per alcuni italiani. Infatti non tutti sanno come funziona questa pratica e quanto può essere controproducente se non eseguita correttamente. Alcune persone hanno avuto problemi quando si trattava di assicurare la casa, ecco perché non va trascurato questo argomento. Vediamo qual è il modo corretto di proteggere i beni immobili della nostra casa.

Casa assicurata, fai questo prima di stipulare una polizza: dimostrerai il valore dei tuoi beni

Per iniziare è importante sapere che, prima di stipulare una polizza furto e rapina nei confronti della casa, bisogna organizzarsi con largo anticipo. Fare un inventario di tutti i beni immobili che si dispongono è molto importante per non essere colti impreparati durante la riscossione. Le ricevute di acquisto o le certificazioni, per esempio, sono degli ottimi documenti fiscali per poter dimostrare il valore originale dei beni immobili rubati. Senza questo inventario non sarebbe possibile richiedere un risarcimento.

Come assicurare la casa per i furti
Non sottovalutare questa assicurazione: devi garantire tutto – Designmag.it

In alternativa è possibile farsi dare la valutazione precisa dei danni subiti, così da provarne l’esistenza quando ci si rivolge all’assicurazione. In caso di recupero totale degli oggetti rubati dalla casa assicurata, è bene ricordare che l’assicurato deve informare la compagnia di quanto accaduto. A quel punto entrerà in possesso della refurtiva in caso abbia pagato l’intero indennizzo assicurato. Ciò significa che non sarà necessario preoccuparsi di quello che è stato perso. Niente di più semplice.

Ma se l’indennizzo dovesse essere solo parziale, allora la questione cambierebbe. Infatti il valore dei beni recuperati spetta all’assicurato fino a concorrenza della parte di danno non indennizzata. Tenendo a mente queste regole sarà possibile porre rimedio ad un furto avvenuto all’interno della nostra abitazione. I beni immobili sono preziosi e non devono essere trascurati, motivo per cui non bisogna dimenticarsi di fare un inventario generale della propria casa. Può essere scocciante, è vero, ma ci permette di evitare un sacco di problemi.

Impostazioni privacy