Antifurto, come scegliere quello perfetto per la tua casa: così metterai al sicuro la tua abitazione

Non si è mai sicuri abbastanza per proteggere i propri cari e se stessi. La scelta deve essere ben ponderata, tenendo presente ogni aspetto. 

La sicurezza in casa è un aspetto fondamentale che non va mai sottovalutato. Per questo motivo è importante dotarsi di un buon impianto di allarme antifurto, in grado di proteggere la propria abitazione da intrusioni indesiderate.

come scegliere un buon antifurto
Tutela la tua casa con un buon antifurto/Designmag.it

 

La Scelta del Sistema di Allarme

Ma come scegliere il sistema di allarme più adatto alle proprie esigenze? In commercio esistono diversi tipi di antifurto, ognuno con caratteristiche specifiche. Per fare la scelta giusta, bisogna tenere conto di alcuni fattori importanti. Vediamoli insieme.

Prima di tutto, è necessario valutare le dimensioni dell’abitazione e il numero delle stanze da proteggere. Se si tratta di una casa indipendente con giardino e garage, sarà opportuno installare un sistema d’allarme volumetrico esterno che copra tutte le aree circostanti l’abitazione.

In alternativa, si potrà optare per un impianto misto (volumetrico ed a contatto) che protegga sia gli spazi esterni che quelli interni all’abitazione (porte e finestre). Nel caso in cui l’abitazione sia situata al piano terra o al primo piano di un condominio, sarà sufficiente installare un impianto volumetrico interno che protegga gli ambienti interni alla casa.

Livello Tecnologico dell’Impianto d’Allarme

Un altro aspetto da considerare è il livello tecnologico dell’impianto d’allarme. In commercio esistono sistemi tradizionali (cablati) e sistemi moderni (wireless). I primi sono costituiti da sensori collegati alla centrale d’allarme tramite cavi elettrici; i secondi sono costituita da sensoristiche radio collegate alla centrale tramite onde radio.

cosa considerare quando scegli un antifurto
Devi valutare diversi fattori quando scegli un antifurto/Designmag.it

 

I sistemi wireless offrono diversi vantaggi rispetto a quelli cablati: sono più facili da installare (non richiedono opere murarie), più flessibili (possono essere spostati facilmente) e più sicuri (non possono essere sabotati tagliando i cavi). Tuttavia hanno anche degli svantaggi: sono più costosi dei sistemi cablati; richiedono una manutenzione periodica delle batterie dei sensori; possono subire interferenze radio esterne che ne compromettono il funzionamento.

Tipo di Segnalazione dell’Allarme

Infine, bisogna valutare il tipo di segnalazione dell’allarme: locale o remota. La segnalazione locale avviene attraverso una sirena acustica posta sull’esterno dell’edificio; ha lo scopo di allontanare i malintenzionati ed avvisare gli abitanti della zona del tentativo d’intrusione. La segnalazione remota avviene attraverso chiamata telefonica ad una centrale operativa o messaggistica SMS ai proprietari dell’immobile; ha lo scopo d’avvisare le forze dell’ordine del tentativo d’intrusione affinché intervengano tempestivamente sul posto.

Impostazioni privacy