Salone del Mobile 2014: tutto il design da non perdere

Salone del Mobile 2014: tutto il design da non perdere

Cosa non possiamo perderci al Salone del Mobile 2014? Ecco cosa abbiamo visto per voi tra gli stand della Fiera di Rho

da in Complementi d'arredo, Salone Del Mobile e Fuorisalone 2016
Ultimo aggiornamento:

    Crisi o non crisi? Questo è il problema e sembra anche il tremendo dilemma che devono affrontare gli espositori del Salone del Mobile di Milano. Dall’8 al 13 aprile 2014, alla Fiera di Rho, i designer di tutto il mondo espongono, nonostante il periodo difficile, le loro novità. Divani, complementi d’arredo, ma anche Eurocucina e Salone del Bagno. Come hanno risposto alla domanda iniziale i padiglioni dei complementi d’arredo? Scopriamo insieme tutte le novità proposte alla Fiera di Rho.

    Partiamo da quelli che potrebbero essere considerati gli opposti di questa esposizione 2014: Kartell e Tom Dixon. Lo stand del primo marchio è un tripudio d’oro, nei riflessi di luce, nei cristalli proposti della Collezione firmata da Patricia Urquiola, fino alle luci di Eugeni Quitllet. Sospeso tra una gabbia e delle palme, tutto rigorosamente dorato, spunta anche il lettino O/K, firmato da Rodolfo Dordoni. Qui la crisi non è di casa e il mercato di riferimento non sembra essere quello nostrano ma internazionale, probabilmente russo o cinese. Dal lato opposto del ring del design abbiamo invece Tom Dixon, che sembra rifarsi a un certo gusto di design anche italiano e che propone diverse soluzioni interessanti. Si parte dalle sue Y-Chair, con lo schienale che riprende proprio la lettera dell’alfabeto, per arrivare alle soluzioni più massicce: Mass Book Stand, Mass Coat Stand e Mass Dining Table. Particolare attenzione anche ai piccoli oggetti di design che creano atmosfera: una collezione particolare, Scents, è dedicata ai porta candele e ai diffusori di aromi.

    Girando tra gli stand non possono lasciare indifferenti, le tante collaborazioni del brand Magis. Dalle soluzioni più particolari disegnate da Rogier Martens a quelle più tradizionali di Marcel Wanders, con la sua collezione Troy. Segnaliamo anche le linee pulite della collezione Traffic di Konstantin Grcic e quelle bombate e a griglia della collezione Pina di Jaime Hayon. Volete perdervi in un giardino bianco con poltroncine appese che ricordano le soluzioni delle case coloniali americane? Lo stand Dedon risponderà alle vostre esigenze con le sedute che riprendono i motivi delle ceste della Ahnda Collection e quelle “a dondolo” della Swing Me Swing Us Collection.

    Il gigantesco stand del Poltrona Frau Group comprende due marchi di cui non si può non parlare se si varca la soglia del Salone del Mobile: Cassina e Cappellini. L’allestimento Cassina porta il visitatore all’interno di un ambiente che cerca di creare equilibrio e benessere con i progetti di Jaime Hayon, Piero Lissoni, Luca Nichetto, Patrick Norguet e Jean Nouvel, e riedizioni firmate Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand e Marcel Breuer. Cappellini non delude con le sue stanze cromatiche che contengono nuove versioni di celebri oggetti di design.

    Potrete vedere le nuove versioni della lampada Meltdown, da terra e da tavolo o i nuovi colori Ottone, Rame e Blu per il tavolino tondo Gong Lux, realizzato in lamiera di metallo tagliata a laser con finitura lucida a bagno galvanico.

    Proseguiamo il nostro giro tra le novità di questo Salone del Mobile 2014 con Edra e le novità firmate Fernando e Humberto Campana, con il loro “Bastardo”, un divano “componibile e dinamico” il cui schienale particolare si può incastrare e modellare in diverse forme, e il sofà di Francesco Binfaré che dichiara: “Questi divani, che nascono in fondo tutti da Le Corbusier, li ho pensati grandi, per far sentire la persona piccola piccola”. Il rivestimento si può scegliere in pelle vintage o opaca naturale, con sfumature anche scure. Uno degli stand più appariscenti e particolari è sicuramente quello di Gufram. A prima vista potrete pensare di avere davanti oggetti in pietra, come la poltrona di Alessandro Mendini, ma siete in realtà di fronte a un effetto solo ottico: la seduta è morbida. Stesso discorso per il Softcrete di Ross Lovegrove: sembra un blocco di cemento ma il materiale non è duro. Novità per il marchio sono anche le sedie da esterni Boing di Karim Rashid.

    Primo debutto al Salone del Mobile per il marchio di Renzo Rosso, Diesel. Uno stand di 380 mq ospita la collezione Casa che il brand ha realizzato in collaborazione con Foscarini, per le lampade (da segnalare quelle Pylon ed Hexx), Moroso per i divani (presente in fiera con un grande spazio espositivo) e non solo, Scavolini per la cucina, Seletti per gli oggetti di design e Zucchi per i tessuti. Altro giro, altro stand con Vitra. Chi ama i disegni di Alexander Girard, storica mente del brand, non potrà rimanere indifferente davanti ai grandi classici ma anche alle novità del 2014. Tra queste molto interessanti il Planophore di Edward Barber & Jay Osgerby, che hanno firmato anche il Mariposa Sofa. I padiglioni offrono ancora tante novità: dalle sedute Nuno di Zanotta alla Lou Read di Driade, con il tocco di Philippe Starck e Eugeni Quitllet, che collabora anche con le linee semplici di Alias, nella collezione Tabù, e, per concludere le nuove proposte living di Alivar con Diesys, la nuova libreria firmata dall’architetto Bavuso.

    890

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Complementi d'arredoSalone Del Mobile e Fuorisalone 2016
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI