Mobili Decapè: come anticare e decorare un complemento d’arredo

Mobili Decapè: come anticare e decorare un complemento d’arredo

Mobili Decapè, il risultato di una vecchia tecnica francese che dona agli arredi un effetto anticato

da in Arredamento, Arredamento soggiorno, Arredamento Vintage
Ultimo aggiornamento:

    Con l’espressione Mobili Decapè si indicano tutti quei complementi d’arredo sottoposti alla tecnica del decappaggio, ormai sempre più diffusa anche tra i designer di tutto il mondo. Questo particolare metodo di decorazione, utilizzato per anticare qualunque tipo di mobile, meglio se di legno, risale all’epoca di Luigi XV. E infatti si sente parlare spesso di arredi decapati in relazione ad un arredamento in stile tipicamente francese. Un modo originale per trasformare credenze, tavoli, sedie e scrivanie, in oggetti personalizzali e chic.

    Ne viene fuori un effetto logorato, invecchiato, che lascia intravedere le venature del legno o il colore di una vernice sottostante. Mobili appena realizzati assumono l’aspetto di arredi vissuti nel tempo, come fossero veri e propri complementi d’epoca.

    Per realizzare la tecnica del decapato è necessario sovrapporre due colori. Subito dopo aver steso il primo, si passa all’altra tonalità che poi viene grattata per creare il contrasto. Solitamente si utilizzano nuance pastello, il bianco, il beidge, il giallo paglierino, il rosa o l’azzurro chiaro, ma si può anche azzardare con colori più forti, in fondo questa tecnica è nata per conferire ai mobili un aspetto originale.

    Esistono molte varianti, soprattutto sulla tonalità delle sfumature. Lo stile Shabby Chic, per esempio, prevede l’uso di colori chiari in superficie e nuance più scure che affiorano dopo il trattamento di usura. Un metodo elegante e romantico.

    La tecnica decapè è molto semplice, anche chi ha scarsa manualità può provare a dare ‘nuova vita’ ad un arredo, ma se proprio non si è portati per le decorazioni, niente paura in commercio esistono intere collezioni composte da mobili decapati. Stosa Cucine propone una serie di composizione in finitura burro decapè, che ben si fondono con lo stile del rovere naturale dando vita ad un perfetto mix tra innovazione e tradizione. Piessemobili, invece, ha pensato ad una linea per il bagno, dai mobili per il lavabo agli specchi, passando per sgabelli e sedute varie.

    Con le tecniche giuste i vecchi mobili possono assumere un aspetto e un’estetica nuova e accattivante, per cui prima di decidere di buttarli via, fareste bene a prendere in considerazione quanto detto in questo post, no? In fondo si rinnova risparmiando. Meglio di così!

    400

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArredamentoArredamento soggiornoArredamento Vintage

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI