Come scegliere la forma della cucina, piccola guida

Come scegliere la forma della cucina, piccola guida

Il modello di cucina ideale dovrà soddisfare diverse esigenze, inserendosi nel contesto domestico quasi come una seconda pelle. Ecco allora i consigli sulle diverse forme di cucine propste dal mercato.

    Come scegliere la forma della cucina, piccola guida

    Ecco una piccola guida su come scegliere la forma della cucina, in base alle vostre esigenze a i vostri gusti personali. Questo ambiente della casa è quello in cui si vive di più ed è perciò importante scegliere il modello di cucina che fa per voi, considerando diversi fattori. Lo si può fare con l’aiuto di un professionista, che valuterà la disponibilità di spazio ed altri elementi che potrebbero sfuggirci, trovando così la soluzione migliore. Per iniziare, ecco una breve panoramica sulle diverse forme delle cucine e una piccola guida sulle loro principali caratteristiche.

    Cucina lineare

    La cucina lineare è un classico senza tempo, richiede però almeno una parete lunga e priva di interruzioni. Sarà qui infatti che verrò installata la cucina lineare, in grado di catturare lo sguardo di chi entra facendosi protagonista dell’intero ambiente. Starà a voi personalizzarla con dettagli che incontrino i vostri gusti, per renderla meno anonima.

    Cucina lineare doppia

    Se la vostra cucina è un po’ stretta e lunga oppure se amate le cucine più intime e accoglienti, la soluzione migliore è la cucina lineare doppia. Di che cosa si tratta? Di due blocchi contrapposti, uno solitamente studiato per contenere pensili e cassetti, l’altro come piano di lavoro della cucina ed elettrodomestici.

    cuine a l

    La cucina ad angolo, detta anche a L, trova ampia soluzione in molti ambienti perchè si adatta un po’ a tutti gli stili e alla forma delle stanze. È perfetta vicino a una finestra, dove viene solitamente collocata la zona lavaggio. L’insidia maggiore è l’angolo che può essere sfruttato per la zona cottura, con annessa cappa oppure con mobili ad angolo pensati proprio ad hoc.

    cucina a u

    Le cucine a U sono più indicate per arredare un open space o degli ambienti ampi e luminosi. Il suo difetto è proprio quello di creare un senso di chiusura che, se ben studiato, presenta al contrario un piacevole ambiente raccolto.

    Attenti ai colori e alla disposizione dei pensili, che andranno da una parte posizionati in alto, dall’altra lasciando libera la vista.

    cucina a g

    Non se ne parla molto spesso di questo modello di cucina cosiddetto a G. Si tratta infatti di una cucina che termina con una piccola zona snack, utile per chi non ha lo spazio per un vero e proprio tavolo da pranzo.

    cucina con isola

    La cucina con isola è la più apprezzata negli ultimi anni e al contrario di quello che si potrebbe pensare non richiede necessariamente spazi di grandi dimensioni. Solitamente attorniata da pensili su più pareti, l’isola contiene zona lavaggio, cottura, piano lavoro e cappa, insomma è il vero cuore della stanza.

    cucina con penisola

    Le cucine con penisola sono quelle che si discostano dalla parete attrezzata con un blocco che sporge da un lato. Anche in questo caso la penisola può essere sfruttata in vari modi: come zona lavoro, come angolo conversazione oppure come tavolo da pranzo.

    cucine sinuose

    Chi ama il design sofisticato, le forme inusuali e ha molto spazio a disposizione può scegliere le linee curve in cucina per un effetto altamente scenografico. I modelli sinuosi sono perfetti per isole e penisole, senza nulla togliere all’aspetto funzionale.

    887

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArredamentoArredamento CucinaCome arredare

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI