Come creare un giardino verticale in casa

Come creare un giardino verticale in casa

Ecco alcune idee per creare un giardino verticale in caso, sfruttando l'altezza piuttosto che l'estensione degli spazi

da in Accessori, Arredamento, Come arredare, Eco Design
Ultimo aggiornamento:

    Ecco come creare un giardino verticale in casa sfruttando l’altezza invece che l’estensione degli interni. Ci sono tanti modi per realizzarlo, occupando un’intera parete o solo alcuni angoli della casa. I giardini verticali rappresentano dei veri e propri complementi d’arredo, in grado di regalare un tocco di verde e di vivacità agli ambienti. In più, sono capaci di purificare l’aria e anche di influenzare l’umore. Una collezione di piante di diverso tipo possono essere sistemate su una parete una accanto all’altra o seguendo una schema ben preciso.

    I giardini verticali si adattano ai diversi stili architettonici, per cui possono essere allestiti in una zona living o anche in bagno. Petunie, felci, milindres, queste le piante più adatte per la realizzazione di una parete vegetale, poichè hanno un fogliame molto vario e creano un bellissimo effetto insieme. Ci sono professionisti ed esperti che si occupano della composizione dei giardini verticali. La tecnica di realizzazione si basa sulla coltivazione idroponica: le piante vivono senza terreno e radicano in un tessuto sintetico dotato di sistema di irrigazione e fertilizzazione completamente automatico.

    Tuttavia questo manto, inodore e antimuffa, è fissato su un pannello che rimane distaccato dalla parete per evitare ristagni e accumuli di acqua.

    Con un po’ di creatività e di arredo si possono realizzare anche soluzioni fai-da-te, più economiche ma comunque di arredo. Riciclando i pallet, ovvero i bancali di legno, si ha la possibilità di creare un angolo verde in caso di grande effetto. Chi non va molto d’accordo con il bricolage può replicare l’idea di una blogger inglese che ha realizzato un giardino verticale utilzzando un vecchio porta scarpe a tasche, appendendolo ad una parete con dei ganci e riempiendolo di terriccio e piantine.

    La vera novità degli ultimi anni sono i quadri vegetali, che possono essere realizzati anche handmade utilizzando vecchie cornici, un’ottima soluzione per portare un po’ di natura anche negli appartamenti di piccole dimensioni, un ambiente nelle quali una piante tradizionale sarebbe d’intralcio.

    E poi ci sono i giardini verticali di design, concepiti come vere e proprie opere d’arte verdi. Gli interior designer della Benetti Stone, per esempio, hanno ideato MossTile, una parete vegetale composta da muschi che si auto-alimentano, applicabile su moduli quadrati o tondi. Un ottimo complemento per personalizzare spazi e ambienti della casa.

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AccessoriArredamentoCome arredareEco Design
    PIÙ POPOLARI