Bookyard, l’installazione di Massimo Bartolini coniuga libri e vigne [FOTO]

Bookyard è un'installazione di Massimo Bartolini, realizzata per Track, manifestazione artistica belga

da , il

    L’artista italiano Massimo Bartolini ha concepito un’ampia biblioteca pubblica all’aperto, dal titolo “Bookyard”. Si tratta di un’installazione realizzata appositamente per Track, una manifestazione artistica belga in cui 41 artisti riflettono sugli spazi pubblici cittadini. L’installazione di Bartolini è esposta su un pendio del vigneto dell’abbazia di St. Peter di Gand e sarà visitabile fino al 16 settembre 2012.

    Secondo il concetto per cui i libri, come il buon vino, sono in grado di espandere la mente, Massimo Bartolini ha realizzato un’installazione artistica costituita da dodici librerie posizionate accanto agli altrettanti filari del vigneto dell’abbazia di St. Peter. Le verdi scaffalature di “Bookyard” sono state costruite su un piccolo campo erboso e risalgono gradualmente il pendio dell’abbazia, affiancando le viti del vigneto.

    Ogni scaffale è riempito di libri, che possono essere presi in prestito o acquistati da coloro che lo desiderano. I profitti di questa attività saranno devoluti in beneficenza. In questo modo i visitatori di “Bookyard” potranno portare a casa un pezzo dell’opera d’arte di Massimo Bartolini, in cambio di una piccola donazione. L’installazione sarà visitabile fino alla conclusione del Track, ovvero fino al 16 settembre 2012.

    “Bookyard” riflette alla perfezione il linguaggio artistico di Bartolini, tramite il quale l’artista è solito reinterpretare gli spazi con nuove forme e nuovi significati, creando ambienti insoliti e suggestivi. Ancora una volta l’installazione di Massimo Bartolini è strettamente connessa con il luogo in cui si trova e coinvolge il pubblico nella fruizione dell’opera, in maniera tale da completarla del tutto. E’ innegabile che gli spettatori di “Bookyard” ne siano parte integrante.