Alessi sbarca a New York con un concept per un’immagine nuova

da , il

    Alessi sbarca a New York, non è la prima volta, con uno store che intende stupire con i suoi 960 metri quadrati nel quartiere di SoHo. Hani Rashid ha realizzato un concept per un’immagine del tutto nuova del marchio italiano di articoli per la cucina e la casa. “Piuttosto che imporre la nostra immagine aziendale abbiamo voluto adeguare la nostra alla località“, spiegano da Alessi “A New York non si può fare la stessa cosa che fai nel resto del mondo. Volevamo qualcosa di diverso, qualcosa di eccentrico“. Intanto si tratta di una sorta di outlet Alessi e poi include un bar, come mai era successo prima.

    Tipicamente newyorkese l’ ingresso, il bar accoglie i clienti che entrano nel negozio e si muovono attraverso lo spazio alla zona commerciale alle spalle. Per collegare le due sezioni, gli architetti hanno inserito nove fasce di luce bianca che corrono in verticale sul muro e proseguono sul soffitto, questo per creare un effetto di continuità invitando a proseguire fino alla fine dello spazio.

    Questo light box è costruito in fibra a media densità (MDF) e tessuto teso Barrisol che nascondono apparecchi fluorescenti T5 che ottengono diverse condizioni di luce: al mattino le luci posteriori sono basse, il contrario quando il bar è aperto e il chiuso il negozio.

    Per evidenziare i prodotti Alessi, il progetto ha collaborato con il produttore Vitra per realizzare una unità modulare di scaffalatura, con luce incorporata. Gli architetti hanno scelto LED in accordo con l’acciaio inossidabile dei prodotti. La scelta è stata appropriata, per catturare l’occhio del visitatore senza accecarlo.