Vuoi conoscere tutti i dettagli del tuo immobile? Puoi richiedere una planimetria gratis

Possono richiederla gratuitamente il proprietario dell’immobile, il titolare di diritti reali registrato sulla visura catastale ed anche collaboratori delegati: scopriamo come e a cosa serve.

È l’Agenzia delle Entrate a disciplinare le modalità necessarie per ottenere gratuitamente la planimetria del proprio immobile. Per planimetria si intende una rappresentazione grafica realizzata in scala, solitamente nelle proporzioni di 1:100 oppure di 1:200, e rappresenta nelle due dimensioni di larghezza e lunghezza le misure reali dell’immobile, nonché la sua conformazione ed organizzazione.

È a tutti gli effetti un documento immobiliare fondamentale, che ogni proprietario dovrebbe premurarsi di custodire con cura: è indispensabile, infatti, includerlo nei contratti d’affitto, nonché obbligatorio allegarlo in qualsiasi atto notarile di pertinenza. Ed inoltre è essenziale aggiornarlo ogni qual volta si apportino modifiche di rilievo alla struttura dell’immobile ed al suo arredamento.

È possibile ottenerla in due formati: quello cartaceo e quello digitale. Per ottenere il formato cartaceo, occorre presentare la richiesta di persona presso un qualsiasi Ufficio Provinciale del Territorio o sportello catastale decentrato. Con un’unica eccezione: per le città di Trento e di Bolzano, infatti, è necessario rivolgersi alle rispettive Province autonome. Il formato digitale, invece, può essere richiesto in via telematica attraverso il sito web istituzionale dell’Agenzia delle Entrate.

Chi può richiedere la planimetria catastale gratuitamente e quando non si può ottenere

La gratuità della consegna della planimetria catastale è diritto del proprietario dell’immobile, ma non solo: questi, infatti, può decidere di delegare altre persone alla richiesta le quali, se munite di apposito modulo di delega fornito dall’Agenzia del Territorio, possono ottenerla con le stesse modalità, ovvero in forma gratuita. Infine, possono ottenerla gratuitamente anche altri titolari di diritti reali sull’immobile, ufficialmente registrati sulla visura catastale.

Vediamo come ottenere gratis la planimetria del proprio immobile
La versione digitale della planimetria può essere richiesta per via telematica all’Agenzia delle Entrate (DesignMag.it)

Tuttavia, non sempre è possibile ottenerla: in alcuni casi, infatti, la planimetria potrebbe non risultare presente negli archivi catastali. I motivi principali sono tre: il primo potrebbe riguardare – ebbene sì – lo smarrimento del documento. E, per capire meglio come ciò possa avvenire, teniamo a mente un dato: il catasto geometrico particellare risale al 1718. Da allora e nel corso dei secoli, quindi, non è stato esente da errori. Il problema è però che, in caso di negligenza, non risponde del disagio, che si riversa quindi in capo al proprietario. Dunque sarà questi a doverla produrre e presentare a spese proprie.

Il secondo caso è quello della distruzione o dell’usura: umidità o, peggio, allagamenti degli archivi, incendi, ma anche tarme, topi e usure generiche possono aver danneggiato anche irreversibilmente il documento. Anche in questi casi, il nuovo elaborato sarà a carico del proprietario. Infine, il caso della mancata informatizzazione: in questa circostanza, al proprietario basterà inviare una istanza al Catasto, senza oneri di spesa aggiuntivi. 

Impostazioni privacy