Ti propongono la casa dei tuoi sogni a buon prezzo, fai attenzione a questi particolari: potresti perdere tutto

A volte dietro a un buon prezzo si nascono potenziali truffe; ecco come difenderti dai malviventi che ti propongono affari sulla casa.

Sia nell’ambito delle compravendite che in quello degli affitti purtroppo le truffe sono sempre dietro l’angolo. È opportuno prestare molta attenzione quando cerchiamo una casa, perché in gioco, ovviamente, ci sono tanti soldi.

Inutile ricordare che la ricerca di un’abitazione che fa al caso nostro è davvero complessa; dobbiamo guardare al budget, trovare la casa “perfetta” e preventivare le spese per l’agenzia. Sicuramente quest’ultima voce è la più “odiata” e le persone, per risparmiare, cercano di fare da sé; ed è proprio in questo caso che si rischia di andare incontro a truffe epocali.

Il buon prezzo sulla casa dei sogni, ecco perché quando ti sembra troppo bello per essere vero probabilmente è proprio così

Qualcuno li chiama “annunci specchietto per le allodole” ma sono delle vere e proprie truffe. La dinamica è molto semplice e tutti possono cadere nella trappola.

falsi annunci affitti come difendersi
Numerose truffe riguardano anche gli affitti, residenziali o turistici – Designmag.it

Nell’annuncio c’è una casa molto bella a un prezzo praticamente imperdibile. L’ignaro interessato chiama ma il (finto) agente afferma che è già stata venduta un nano-secondo prima. Per non perdere il cliente, il finto agente afferma che ha altri immobili del genere, e ovviamente che bisogna fare in fretta perché le offerte dai potenziali acquirenti fioccano.

Il truffatore chiederà allora una caparra, per “fermare l’immobile”; la frenesia e l’entusiasmo possono indurre la vittima a versare anche diverse migliaia di euro. Purtroppo, però, ben presto si scopriranno le carte: la casa non esiste e il finto agente scompare nel nulla.

  • Non bisogna mai versare denaro fino a che non si è visto l’immobile e fino a che non si sono firmati i documenti.
La dinamica però è simile alla precedente: il finto agente (o finto proprietario della casa) chiede la caparra, che a volte corrisponde a 3 o 4 mensilità anticipate, affermando che l’immobile è ricercatissimo e quindi solo così si potrà avere la priorità.
Se però non si è visto l’immobile di persona si è probabilmente di fronte a una truffa. Le foto inviate via email, o dell’annuncio stesso, non necessariamente sono veritiere. Per tutelarsi da questa potenziale frode, possiamo fare una ricerca tra le immagini delle case con “Google Lens”. Non è raro capire che l’immobile spacciato per disponibile è in realtà una proprietà già affittata, magari presente su Booking o Airbnb. Anche in questo caso non si devono versare soldi fino a che non si hanno i contratti e le chiavi in mano.
Impostazioni privacy