Tavola di Pasqua, dai piatti alle decorazioni: tutte le dritte economiche per un risultato elegante e ricercato

Per apparecchiare la tavola di Pasqua in maniera elegante e ricercata non serve spendere una fortuna se si seguono queste dritte economiche.

In tanti, oltre a pensare a ciò che si deve preparare da mangiare per il pranzo di Pasqua, sono alla ricerca di idee ed ispirazioni per apparecchiare la tavola in maniera elegante e ricercata, ma senza dover comprare tante cose e spendere soldi. 

Avere una tavola ben apparecchiata, infatti, è una vera musica per gli occhi, non solo dei padroni di casa ma anche degli ospiti che si riceveranno per pranzo. Poi, data l’importanza della giornata, è bene farlo in maniera sobria ma elegante e, perché no, anche divertente e allegra se si hanno a tavola dei bambini. Esistono delle dritte economiche per apparecchiare con stile la tavola di Pasqua senza spendere tanto.

Le dritte economiche per apparecchiare in maniera elegante la tavola di Pasqua

Manca pochissimo a Pasqua e chi è alla ricerca di idee ed ispirazioni per apparecchiare la tavola di Pasqua può seguire delle efficaci dritte economiche.

Tavola di Pasqua: le dritte economiche per apparecchiarla
Ci sono delle dritte economiche che si possono seguire per apparecchiare con stile ed eleganza la tavola di Pasqua – designmag.it

In questo modo si potrà imbandire la propria tavola del giorno di festa non solo con le tante prelibatezze preparate con amore e tecnica, ma anche con un impeccabile gusto e stile. Non serve acquistare un nuovo servizio di piatti, posate d’argento oppure centrotavola ricercati, ma semplicemente usare ciò che si ha già in maniera giusta e smart. Per quanto riguarda la tovaglia, è consigliabile optare per una classica e ricamata oppure per una di un colore primaverile (giallo, azzurro o lilla).

Se il pranzo si terrà all’aperto, può andare bene un runner in tinta unita o che, per qualche stampa o trama, richiami la primavera. Il servizio di piatti, di posate o di bicchieri può essere uno molto semplice ed essenziale. Quanto al centrotavola, si può usare un vaso o più vasi con dei fiori di stagione, come dei bellissimi tulipani o delle margherite. Un’idea simpatica, anche se si hanno a tavola dei bambini, possono essere invece dei segnaposto, e in questo caso si può lasciare ampio spazio alla fantasia. 

Alcuni suggerimenti sono i simboli tipici della Pasqua come uova colorate, coniglietti, colombe. Questi, oltre a decorare, hanno un significato profondo: l’uovo richiama la risurrezione e la nuova vita; il coniglio anche simboleggia la vita che rinasce e il risveglio primaverile mente la colomba simboleggia la pace e la salvezza. I colori possono essere diversi ma meglio mantenersi su quelli tipici del periodo: verde prato, turchese, giallo, rosa, lavanda, arancione.

L’ideale è apparecchiare la tavola di Pasqua mantenendosi su un solo colore, magari declinato in più sfumature e abbinato al bianco o al color corda, per un risultato più elegante. Insomma, con queste dritte economiche si potrà ottenere una tavola di Pasqua sobria, elegante e raffinata, senza dover spendere molto. 

Impostazioni privacy