Se fai così risparmi centinaia di euro sui riscaldamenti: il portafogli ti ringrazierà

Vuoi risparmiare centinaia di euro sui riscaldamenti? Il tuo portafogli ti ringrazierà se utilizzerai questo metodo.

Con l’aumento del prezzo del gas e dell’elettricità, gli italiani hanno paura, non appena arriva l’inverno, ad accendere i riscaldamenti. In questi anni di forte crisi economica, che continua a diffondersi ogni giorno nel nostro Paese, e di guerra tra l’Ucraina e la Russia, l’unico grande obiettivo del popolo italiano è stato (e continuerà ad essere) quello di risparmiare il più possibile. Motivo? Si deve cercare di arrivare a fine mese.

Nonostante ciò non si può di certo morire di freddo in casa, soprattutto se in questo periodo le temperature sembrano essersi abbassate un bel po’. Dunque vediamo insieme il trucchetto super efficace per poter risparmiare fino a centinaia di euro sui riscaldamenti: il portafogli vi ringrazierà.

Fai in questo modo e risparmierai centinaia di euro sui riscaldamenti

I metodi di riscaldamento presenti ormai in Italia sono svariati, tutti con i loro pregi ed i loro difetti. Infatti troviamo: la stufa a pellet, i condizionatori, la stufa a gas o a metano ed infine i termosifoni. Tutti possono consumare un bel po’ di energia o gas, a seconda della durata in cui vengono accesi. Per fortuna, però, gli esperti in materia sono riusciti a trovare una soluzione (o trucchetto) che garantisca il riscaldamento di un determinato ambiente con una riduzione minima del costo della bolletta.

Pronti a conoscerlo? Riguarda principalmente i termosifoni: resterete a bocca aperta.

trucchetto risparmiare termosifoni
Il trucchetto per risparmiare sui termosifoni (Designmag.it)

Quando decidete di accendere i termosifoni, vi regolate in base alle ore in cui state in casa e li spegnete sicuramente quando uscite di casa per poi, in caso di necessità, riaccenderli al vostro ritorno. Ebbene, mai errore è stato più grave di questo! Erroneamente, involontariamente ovviamente, tendete ad aumentare il costo della bolletta: il termosifone, spento e poi riacceso, dovrà fare uno sforzo immane per poter riscaldare un ambiente ormai freddo partendo da zero. Questo porterà ad un maggiore consumo di energia ed un conseguente aumento della bolletta.

Dunque, ciò che bisognerebbe fare è impostare una temperatura compresa tra i 19 e 22° massimo (non di più altrimenti lo sbalzo termico con l’esterno sarà enorme) e lasciare accesi i termosifoni anche nelle ore in cui siamo fuori. In questo modo la casa raggiungerà la temperatura perfetta, permettendo ai termosifoni di lavorare in pace e senza troppi sforzi. Questo farà sì che la bolletta diminuirà vertiginosamente. In questo modo la temperatura in casa non scenderà mai troppo e lo sforzo sarà minimo: insomma starete caldi e risparmierete centinaia di euro in bolletta!

Impostazioni privacy