Pulizie in casa, cosa non lavare mai con il sapone se non vuoi buttare i tuoi soldi

Le pulizie domestiche sono essenziali ma vanno fatte con attenzione o si rischia di buttare via molti soldi con errori comuni.

Molti pensano che fare le pulizie di casa, scegliere i prodotti giusti, impiegare i detergenti corretti per ogni cosa sia abbastanza semplice e poco impegnativo ma non è proprio così. Si tratta infatti di valutare con attenzione i singoli materiali e quindi di capire bene cosa utilizzare e come.

In questo modo si rende ben più efficiente la scelta e si opta per una pulizia capillare ma al tempo stesso senza spese inutili. Oggi i detergenti in commercio costano molto ma un approccio errato su un prodotto rischia di rovinarlo per sempre a causa, soprattutto, di agenti chimici o di una frizione impropria sulla superficie.

Pulizie di casa, le cose da non lavare mai con il sapone

Tutti pensano che il sapone sia essenziale per pulire e non è proprio così, ci sono tecniche alternative. Per questo motivo alcune cose non dovrebbero mai essere lavate con questo tipo di detergente. In primo luogo le padelle in ghisa che hanno una superficie molto particolare. In questo caso il sapone rischia di fare danni. Va ad abbattere lo strato esterno della superficie e quindi elimina l’antiaderenza e rende possibile la ruggine. Per pulirle meglio acqua calda e sale.

Pulizie in casa sapone soldi
Cose da non lavare mai con il sapone (designmag.it)

Per quanto concerne l’acciaio inossidabile, ovvero quello usato per gli elettrodomestici, basta solo un panno con dell’acqua, non serve a nulla usare il sapone e si rischia di graffiarlo. È un materiale poroso e assorbente, quindi il sapone lo rende opaco. I taglieri e in generale i prodotti per cucina in legno non vanno lavati con il sapone che non solo viene assorbito dalla superficie ma porta anche alla comparsa di muffa.

I coltelli non vanno igienizzati con il classico detergente perché ciò provoca la corrosione progressiva della lama, vanno puliti con un panno umido e asciugati bene e subito. La macchinetta del caffè può essere igienizzata con sostanze naturali come l’aceto ma mai lavata con il sapone che si infiltra nei componenti e lascia residui. Detergenti chimici non vanno impiegati nemmeno sui pavimenti di legno, sul marmo e granito, sui mobili di pelle e su quelli con superfici delicate. Macchiano, scoloriscono e causano danni anche importanti. Questi sono irreversibili e si rischia di sprecare tanti soldi. Meglio fare attenzione e valutare il prodotto più adatto per ogni superficie, in questo modo si può risparmiare anche tantissimo e far durare la bellezza del prodotto a lungo.

Impostazioni privacy