Pulizie di primavera, come organizzarle correttamente: solo così la casa sarà splendente in meno di 15 minuti

Le pulizie di primavera sono un momento delicato per la casa ma talvolta noioso, se organizzate bene possono essere fatte in 15 minuti.

Il problema principale, quando si svolgono i lavori domestici, è sempre la questione tempo. Ci vuole molto a organizzare tutto, ripulire, sistemare e quindi il solo pensiero di doversi impegnare nelle faccende domestiche è per molti una vera sfida.

Tuttavia esistono sistemi pratici e molto validi che permettono di fare tutto il lavoro impiegando pochissimo tempo, al pari di una pulizia ordinaria o anche meno, avendo tutto perfettamente organizzato e quindi potendo beneficiare di un miglioramento sia nelle tempistiche che nel lavoro finale.

Pulizie di primavera, come organizzarle: casa splendente in 15 minuti

La base di partenza in questo caso non può che essere la semplificazione. Questo punto è fondamentale perché per agevolare le pulizie è indispensabile capire di doversi disfare degli oggetti di troppo in casa con il decluttering. Avere molti fronzoli in giro per casa non aiuta perché non fa che rallentare il processo di messa in ordine. Meglio organizzare tutto in modo intelligente, questo dimezzerà addirittura i tempi.

Pulizie di primavera casa splendente
Casa splendente con le pulizie di primavera, come fare (designmag.it)

Fare le pulizie ordinarie è importante, se non si pulisce con cadenza regolare il problema è sempre lo stesso e riguarda appunto l’accumulo. Facendo delle pulizie su base settimanale ovviamente si può ottenere una riduzione del carico finale. Per chi non ha tempo e modo di dedicare diverse ore settimanali alla pulizia sicuramente è una valida alternativa pensare di potersi dedicare in un modo diverso quindi ad esempio una giornata per la polvere, una per passare l’aspirapolvere, una per lavare la pavimentazione e così via. Il tutto per incastrare faccende, lavoro e cose da fare.

Avere un piano settimanale può aiutare e per non perdere tempo nelle pulizie basta avere un timer, altrimenti è chiaro che ci si rilassa troppo. La tecnica denominata “del pomodoro” è utilissima. Si imposta una sveglia, si inizia a lavorare e quando suona si stoppa tutto. Questo perché quando si ha la percezione di dover dedicare solo 15 minuti a svolgere un compito che non piace, lo si fa in modo attento e con una motivazione diversa. Pensare di dover iniziare a pulire e passare ore e ore non è affatto felice per nessuno e viene fatto controvoglia. Per ottimizzare le pulizie è utile coinvolgere tutta la famiglia, se ognuno fa anche un solo tassello del lavoro è chiaro che c’è meno stanchezza e anche una maggiore flessibilità organizzativa.

Impostazioni privacy