Pulizia robot da cucina, in molti sbagliano: ti svelo il ‘segreto’ per rimuovere tutti i residui di cibo

La pulizia del robot da cucina spesso viene svolta in modo errato, rischiando di lasciare residui alimentari all’interno.

Il problema in questi casi è proprio dato dalle componenti più piccole, le insenature, quegli elementi minori che sono però perfetti per racchiudere dei residui di cibo e quindi far proliferare germi e batteri. Quando si lava un elettrodomestico, che si tratti del classico robot completo o di un prodotto minore e più semplice, la questione è sempre in ciò che si riesce a vedere ed eliminare.

I pericoli sono però severi, si rischia una contaminazione batterica soprattutto legata agli alimenti che si inseriscono successivamente all’interno e che vengono quindi intaccati dai prodotti presenti che sono degenerati. Per pulire tutto senza residui basta usare un sistema facilissimo.

Pulizia robot da cucina, il segreto per rimuovere tutti i residui

Il robot da cucina va igienizzato sempre dopo l’uso, non si può lasciare il cibo incrostato all’interno, questo è pericoloso. Ovviamente però nel tentativo di pulire è giusto anche avere gli accessori giusti, assolutamente non vanno impiegate spugne abrasive, prodotti corrosivi oppure oggetti appuntiti nel tentativo di ripulire gli angoli più insidiosi. Questo rischierebbe di danneggiare in maniera gravosa e permanente il prodotto.

ti svelo il 'segreto' per rimuovere tutti i residui di cibo robot cucina
Come pulire il robot da cucina senza problemi (designmag.it)

Bisogna invece dotarsi dei prodotti corretti per quello scopo. Secondo gli specialisti per riuscire a ripulire ogni cosa, quindi sia la tazza interna che il meccanismo, le lame e i coperchi bisogna impiegare un panno imbevuto in acqua calda. Deve essere morbido e va impiegato come prima cosa all’interno per rimuovere tutti i residui, quindi sulle lame e accuratamente nell’area del motore che si congiunge alla parte superiore. Una volta rimosso tutto si può procedere accuratamente quindi rimuovendo le componenti che si staccano e andando a lavarle con abbondante acqua.

Se non si riesce a eliminare tutto si può impiegare un pennello spesso, con setole molto rigide, questo aiuterà senza fare danni. Se proprio non riuscite a eliminare le incrostazioni meglio lasciare tutto a bagno una notte con un po’ di detersivo per piatti. Una volta che tutto è pulito va fatto asciugare quindi non chiudere e non sistemare l’apparecchio nel mobile prima che ogni parte sia asciutta. Questo può avere risvolti anche molto negativi.

Questi passaggi sono semplici, richiedono veramente poco tempo ma fanno la differenza sia per quanto riguarda l’uso del robot da cucina successivamente e quindi per la sua manutenzione nel tempo ma anche per una questione di salubrità e sicurezza alimentare connessa alla contaminazione batterica che è un rischio molto diffuso.

Impostazioni privacy