Piatto Calendario 2021 Fornasetti: la tartaruga come simbolo del tempo (e della vita) da godersi lentamente

Per il tradizionale piatto dedicato all'anno che verrà, Fornasetti ha scelto di elogiare la lentezza e di renderla lo spirito guida del 2021

Fronasetti Piatto 2021

Piatto Calendario 2021 Fornasetti

iatto Calendario 2021 Fornasetti
Il Piatto Calendario di Fornasetti è ormai una tradizione consolidata. Era il 1968 quando Piero realizzò la prima serie per gli amici e i clienti più affezionati, che dall’anno successivo divenne un appuntamento fisso per collezionisti e appassionati di design, sempre in edizione limitata.
Se quello del 2020 aveva per protagonista Ludwig van Beethoven in occasione dei 250 anni dalla sua nascita, quello di quest’anno ha tutt’altro soggetto. Dopo un anno così complesso, è il momento di guardare al futuro imparando a godersi ogni attimo, a gustare lo scorrere del tempo senza frenesia, perché mai come dopo le difficoltà del 2020 abbiamo compreso l’importanza della normalità. Tutto questo è quello che racconta la grande tartaruga protagonista del piatto di ceramica. L’idea è quella di “porre la lentezza come valore guida per questo nuovo anno, grazie a cui riacquisire un ritmo umano”.

La comprensione della bellezza passa per il tempo

Già negli anni ’40, il fondatore e Gio Ponti sotto Natale realizzavano gli Annuari, 12 tavole rilegate a libretto: questo sottolinea il forte legame tra Fornasetti e il tempo. Infatti, l’azienda è da sempre sostenitrice di uno stile di vita più lento, che permette di apprezzare maggiormente la bellezza che ci circonda, anche quella degli oggetti realizzati ad arte. Quest’anno, Barnaba Fornasetti, alla guida dal 1988, ci invita a fare tesoro di quello stop che ci ha imposto il 2020 per comprendere davvero cosa significa rallentare. E lo fa con il solito solito stile: bianco e nero, un accenno di oro per arrivare all’essenziale.

Mai come quest’anno, Piatto Calendario 2021 Fornasetti potrebbe essere il regalo di Natale perfetto, per augurare davvero di cuore il meglio per l’anno che verrà.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.