Piante in casa, il segreto per farle durare più a lungo possibile: nessuno ci aveva mai pensato prima

Un modo che nessuno aveva mai pensato per prolungare la vita delle piante in casa. Vediamo cosa ci propongono.

Le piante sono organismi viventi uni o pluricellulari, appartenenti al regno vegetale. Il suo regno comprende una vasta varietà di esseri vitali, tra cui alberi, alghe, muschi. Crescono e si riproducono costantemente, durante il ciclo dell’ embriogenesi. La botanica, la biologia sono materie che si interessano di studiare questo ambito, suddivise in diverse branche. La storia dell’evoluzione delle piante che descrive l’insieme degli eventi più importanti della crescita del pianeta Terra, risale a molti milioni di anni fa, nel periodo dell’era paleozoica. Il geologo Greg Rettalak, a seguito di una ricerca svolta insieme all’Università dell’Oregon, ha confermato questa teoria grazie alla scoperta di fossili originali in cui all’interno contenevano piante, licheni e muschi.

Ogni essere vitale ha delle proprie caratteristiche e capacità essenziali per la vita terrestre. Presentano pareti cellulari, radici, steli, foglie in grado di fornire ossigeno, cibo e habitat per altre forme di vita, elementi necessari per la respirazione e per il processo di trasformazione. La storia delle piante è stata influenzata da eventi esterni, come quelli geologici, attribuendo un impatto significativo per l’ambiente. La ricerca scientifica continua a scoprire nuovi dati, attraverso i confronti delle analisi genetiche delle specie esistenti, caratterizzate ognuna da strutture diverse

Vediamo qual è il comportamento da adottare per ottenere piante più durature

Nel corso del tempo, grazie alle sue funzioni, hanno assunto molteplici significati soprattutto per le religioni, l’albero per esempio rappresenta una potenza divina. I cambiamenti che avvengono in questi fossili viventi variano di giorno in giorno in base alle luce, alla temperatura, cambiando aspetto nel periodo delle stagioni. I parametri fisico-ambientali influenzano quindi il processo fisiologico che avviene all’interno delle cellule, in cui il seme per germogliare deve avere le condizioni giuste. Ogni vegetale ha bisogno di uno specifico tipo ti terreno e una condizione termica favorevole alla sua crescita e al suo mantenimento.  È possibile arredare il nostro appartamento utilizzando vasi adatti per salvaguardare la cura della pianta.

piante e durata
Vediamo i vasi che si possono utilizzare- (designmag.it)

Vediamo quale è il giusto comportamento da adottare. In base al clima vigente in quel determinato luogo, si sceglie il materiale del contenitore. Il vaso di resina, grazie alla sua resistenza e leggerezza, è adatto per ogni tipo di temperatura, in cui in base alla grandezza della piante si sceglie la giusta forma. Il vaso di cotto può essere di stampo o fatto a mano , è molto fragile e pesante con lo svantaggio di assorbire il calcare dell’acqua. Nel contenitore di cemento la pianta con le sue radici spacca i bordi, a causa della sua fragilità. Quello in plastica si deforma molto facilmente, i vasi di legno, per interni o esterni, hanno il problema di una manutenzione costante. I vasi in ceramica, utilizzati per lo più da piante del mediterraneo,  in metallo,  con il vantaggio di essere costruiti su misura. Più si hanno esigenze personalizzate, maggiori sarà la varietà da scegliere per il tuo spazio verde

Impostazioni privacy