Nuovo bonus in arrivo: scopri come avere il tuo condizionatore quasi a costo zero

Nuovo bonus condizionatore

Spendere pochissimo per il condizionatore (designmag.it)

Un nuovo bonus economico è disponibile per consentire l’acquisto di un condizionatore praticamente a costo zero.

Il 2024 ha portato ad una molteplicità di bonus e tra questi ne figura uno fondamentale per l’acquisto dei condizionatori spendendo pochissimo. Sicuramente un intervento da considerare ora che c’è tempo e quindi si può procedere all’installazione senza fretta.

Arrivata la primavera e il primo caldo è corsa all’acquisto. Tutti vogliono un condizionatore per potersi refrigerare ma i tempi di attesa sono lunghi, i costi comunque impegnativi e quindi diventa veramente difficile.

Condizionatore a costo zero con il nuovo bonus

Guardando alla situazione generale sicuramente un vantaggio economico per poter acquistare un condizionatore o molteplici dispositivi in casa è ovviamente un aiuto fondamentale.

condizionatore costo zero bonus

Come avere un condizionatore a costo zero (designmag.it)

Il beneficio determina la possibilità di ottenere un bonus dal 50 al 70% anche per l’acquisto dei condizionatori ed è per questo che è stato modificato il nome in “bonus condizionatori”, pur non servendo esclusivamente a questo. Si tratta di una grande agevolazione, in generale per approcciare a lavori di efficientamento energetico, quindi non solo per installare se non si ha un dispositivo in casa ma anche per andare a modificarlo.

L’incentivo si applica mediante una detrazione fiscale netta perché fino al 70% di spesa è sicuramente un tasso molto accettabile per l’acquisto, senza considerare che può unirsi anche ad altri tipi di sgravi o benefici locali previsti dalle Regioni. In questo caso per procedere si può attingere al Bonus ristrutturazione e bonus Mobili dal 50% ma anche Ecobonus al 65% oppure Superbonus che ormai è a quota 70%.

Quando si parla di detrazione fiscale si fa riferimento alla necessità di acquistare il prodotto e, successivamente, dichiarare la spesa nel 730 per ottenere il rimborso mediante calcolo sulle voci IRPEF. L’aliquota viene applicata sia in base alla tipologia ma anche laddove vengano fatti rientrare costi accessori come l’installazione.

Le agevolazioni con gli incentivi sono disponibili impianti di riscaldamento o raffreddamento, impianti di climatizzazione con pompa di calore, quindi più in generale condizionatori anche molto moderni e tecnologici. Non c’è limite ISEE quindi tutti possono applicare per il bonus, il rimborso viene erogato secondo quanto stabilito, bisogna solo fare attenzione alla scelta. Ad esempio nel 65% rientrano i climatizzatori a basso consumo, i deumidificatori d’aria, le termopompe di calore.

Per ottenere il bonus è necessario un impianto a norma di legge, il pagamento effettuato mediante sistemi tracciabili, tutta la documentazione attestante quanto avvenuto nello specifico l’aumento di prestazione energetica per chi ne aveva già uno installato.