Non sottovalutare mai la pulizia dei soffitti: ogni quanto andrebbe fatta e come risparmiare tempo

pulizia soffitti risparmiare tempo

Come pulire velocemente i soffitti (designmag.it)

La pulizia dei soffitti è una delle pratiche più sottovalutate nell’ambiente domestico che ha ripercussioni su tutto lo spazio. 

Molte persone tendono ad avere una cura quasi maniacale dello spazio abitativo eppure dimenticano che c’è un altro dettaglio da pulire con costanza, si tratta dei soffitti di casa. Qui si accumula tanta polvere e lo sporco tende ad incrostarsi nel tempo quindi, anche se non ce ne rendiamo conto, sono ricettacolo di germi e batteri.

La pulizia completa dell’ambiente domestico non può prescindere dalle pareti e dai soffitti, indipendentemente dal tipo di materiale quindi sia per chi ha della semplice pittura che per coloro che hanno il parato o qualunque altro tipo di finitura.

Come pulire i soffitti di casa velocemente

Pulire i soffitti non è proprio semplice, soprattutto per coloro che hanno un appartamento molto alto e si trovano a fare i conti con una distanza difficile da coprire manualmente. Si tratta di una pratica da consolidare quindi bisogna individuare bene gli strumenti adatti per effettuare la pulizia completa senza sforzo e soprattutto velocemente.

ogni quanto fatta pulizia soffitti

Con cosa pulire i soffitti di casa (designmag.it)

In questo caso bisogna considerare due fattori: da un lato il materiale su cui si va a pulire e dall’altra la distanza che bisogna effettivamente raggiungere. Per quanto riguarda i materiali è importante fare attenzione perché si rischia di danneggiare la pittura o la tintura presente, quindi la scelta va studiata in maniera molto soggettiva. Per chi ha la pittura lavabile è tutto molto facile perché si può togliere la polvere con lo spolverino allungabile e poi passare un panno bagnato, salendo sulla scala oppure direttamente con l’asta.

La questione sorge in modo particolare per quanti hanno parato, legno o comunque un tipo di pittura che non può essere lavata. In questo caso per fare presto si può optare per lo spolverino ma c’è da dire che comunque questo non è sufficiente per andare a igienizzare ma solo per rimuovere le tracce di polvere accumulata. Per pulire superfici di questo tipo bisogna comprare detersivi delicati o in alternativa far fede all’suo del buon vecchio Sapone di Marsiglia, adatto a qualunque prodotto, avendo cura di non bagnare troppo la parte sottostante. Quindi uno strofinaccio ben strizzato con acqua e sapone per rinfrescare tutto.

Questo tipo di pulizia richiede pochi minuti ma va fatta almeno tre volte l’anno, anche di più per chi ha delle strutture sopraelevate che tendono ad accumulare più polvere come ad esempio pannelli, controsoffittatura e simili che sono solitamente molto sporchi.