Mutui 2024: oltre aumenti arrivano tante spese extra e le famiglie finiscono sul lastrico

Un momento molto complesso per le famiglie che devono fronteggiare nuovi aumenti per i mutui nel 2024 e altre spese extra aggiuntive.

L’ultimo anno è stato molto difficile, sia per chi si è trovato a dover comprare casa in un momento storico complesso e sia per chi invece con tasso variabile ha dovuto far fronte a degli aumenti improvvisi e molto ingenti. In generale dunque una questione molto articolata che si sperava fosse risolta per il 2024.

Anche se i tassi dovrebbero continuare a scendere, non sembra arrivato il momento ideale per spingere all’acquisto. Se da un lato ci sono riduzione (di cui comunque non si ha alcuna stabilità al momento), dall’altra ci sono nuove spese extra da dover affrontare.

Mutui 2024, ancora aumenti per colpa delle spese extra

Ogni mutuo ha in generale dei costi da corrispondere, soprattutto in fase di apertura, che sono legati a tutto l’iter burocratico da seguire. Appare ovvio quindi che sicuramente è indispensabile, nella maggior parte dei casi, avere liquidità prima di affrontare la richiesta. Non è mai solo il costo dell’immobile, il notaio e quelli che sono i costi obbligatori ma anche le spese, quindi ci sono tante variabili in gioco.

spese extra famiglie mutui
A quanto ammonta l’aumento sul mutuo (designmag.it)

Una delle spese ricorrenti riguarda quella legata ai costi di istruttoria che servono per aprire la pratica. Il costo effettivo è tra lo 0.5 e l’1% dell’importo del valore del mutuo. Un altro costo importante riguarda le spese notarili che ovviamente, a fronte di tutti gli aumenti generalizzati, sono state adeguate. Questo vuol dire un costo notevole che è di almeno 2000 euro ma può anche essere più ingente, dipende da una serie di fattori. Altra spesa aggiuntiva quella di circa 300 euro per la perizia tecnica, obbligatoria.

Si arriva dunque all’imposta sostitutiva che viene prevista dal 2013 al posto di quelle ordinarie come bollo, imposta catastale e simili. Un altro fattore molto gravoso è l’assicurazione che risulta essere praticamente obbligatoria e che nel tempo è aumentata in modo esponenziale. Di base le banche obbligano all’incendio e scoppio ma possono anche esserci differenze, dipende anche molto dal valore dell’investimento legato all’immobile. Quindi può essere una base di 50 euro ma anche oltre.

Vi sono poi da considerare le spese di incasso, gestione e comunicazione della banca. Sono piccole cifre ripetute nel tempo che anche se appaiono come banali alla fine gravano molto, si parla praticamente di una media di 1800 euro. Secondo gli esperti quello che bisogna aspettarsi è un aumento notevole dei costi, su 100 mila euro di mutuo quindi 4 mila euro sono solo i costi legati alle spese da dover considerare.

Impostazioni privacy