Muffe in casa: il pericolo maggiore non sono i filtri dei condizionatori | Cosa non pulisci mai

Problemi di muffe in casa? Occhio a questi posti in cui non pulisci mai, altro che filtri del condizionatore. Scopriamoli nel dettaglio.

Se hai notato la presenza di muffa in casa faresti bene a intervenire al più presto. Presta massima attenzione a questi luoghi insidiosi, rischi di peggiorare la situazione. Curiosi di scoprire quali sono i posti in cui dover intervenire? Vediamo nel dettaglio come fare e cosa usare per eliminarla una volta per tutte.

Quando si nota la muffa in casa, generalmente si pensa subito a un problema di filtri nell’aria condizionata. Nonostante possa essere una delle cause più comuni non sempre è così. Infatti ci sono alcuni luoghi ancora più insidiosi in cui ci si dimentica di andare a pulire.

In questi casi è necessario approfondire la problematica per evitare che il problema si diffonda in tutto il resto della casa. Da ormai diversi anni sono stati registrati degli incrementi considerevoli di sia di numero di casi di muffa in casa che come gravità degli stessi. Ma andiamo a scoprire quali sono i fattori principali e come intervenire al più presto.

Muffa in casa: sono questi i luoghi più insidiosi a cui fare attenzione

Tra i fattori che contribuiscono ad aggravare il fenomeno della muffa presente in casa non bisogna sottovalutare diverse varianti. Per esempio, tra le cause scatenati di questa problematica troviamo: i cambiamenti climatici, l’incremento del tasso di occupazione dei locali come lo smart working, la sostituzione della vecchia caldaia con una nuova e l’abbassamento del riscaldamento.

Muffa in casa, cosa fare
Muffa, tutti i segreti per eliminarla per sempre Designmag

Ovviamente la lista è ancora molto lunga, ma questi sono sicuramente i fenomeni più comuni che sono stati registrati in tutto il mondo. La prima cosa da sapere è che le muffe sono da considerarsi come attività biologiche, per cui viventi, in tal senso hanno la caratteristica di sospendere le proprie attività vitale anche per diverso tempo e per poi riprenderla rapidamente senza rendersene conto.

Inoltre le muffe inoltre hanno una maggiore facilità di svilupparsi quando nelle superfici sono presenti dei materiali considerati come nutrienti, ovvero quelli  in carta, legno e lana.  Insomma, la prima cosa da fare per intervenire è capire dove queste possano essersi insidiate. Tra i fattori chiave che consentono alle muffe di diffondersi e svilupparsi troviamo soprattutto l’umidità.

Tuttavia, esistono delle condizioni in cui le muffe possono insediarsi anche se le temperature delle superfici non sono basse.Ma cosa dobbiamo fare quindi per eliminare definitivamente? In tal senso è necessario che le stanze del vostro appartamento dispongano di una maggiore ariazione. Potreste ad esempio pensare di installare uno di quei nuovi sistemi che consente il ricircolo dell’aria all’interno della casa.

Impostazioni privacy