Muffa sul materasso: perché si forma e come intervenire per rimuoverla subito

La muffa può essere un nemico insidioso e sorgere anche nei luoghi meno comuni, come il materasso, per questo bisogna intervenire subito.

Rimuovere subito la muffa e anche adottare tutte le tecniche del caso per poterla prevenire è essenziale per evitare problemi, sia in termini di compromissione del materasso stesso che di salute. Quando questa si diffonde infatti tende a intaccare ogni superficie, a penetrare all’interno e quindi poi a essere molto complessa da rimuovere.

Agendo in maniera preventiva sicuramente è possibile evitare che si generi e che possa quindi disturbare in qualche modo ma è anche fondamentale sapere cosa fare se il danno è ormai fatto e quindi se la muffa è presente sulla superficie.

Come eliminare la muffa dal materasso e come prevenirla

In generale tutto dipende da dove è collocato il materasso, quindi sicuramente ha un peso importante lo spazio circostante che è il motivo che determina la presenza di muffa. Questa si può creare perché la casa è molto umida, perché c’è mancata areazione, perché il materasso si trova bloccato in un punto in cui il ricircolo d’aria non è sufficiente.

Muffa materasso rimuoverla subito
Come rimuovere la muffa dal materasso (designmag.it)

Il problema principale è che le spore di muffa si moltiplicano facilmente, questo vuol dire che possono aderire a qualunque superficie. Quando è presente muffa nella maggior parte dei casi, quello che avviene è che si tenda a rimuoverla strofinando e sperando così che vada via. Il problema è che la muffa non è una macchia ma un fungo, quando viene intaccata in questo modo inizia a diffondersi ovunque e quindi a colpire altre superfici, senza contare il fatto che viene inalata da chi si trova nella stanza.

Sicuramente bisogna considerare che non è affatto salutare dormire con della muffa presente nella stanza, questo causa problemi di salute a lungo termine quindi bisogna agire senza aspettare. Per procedere alla rimozione per prima cosa bisogna asciugare l’acqua al suo interno, per rimuovere l’umido e farlo seccare basta lasciarlo all’aria circa otto ore, quindi si può passare l’aspirapolvere.

Macchie e anche polvere in eccesso si possono rimuovete con uno spray apposito che mangi dall’interno la muffa o comunque un prodotto naturale a base di aceto. Se ci sono ancora macchie bisogna ripetere il trattamento e quindi successivamente passare il phon affinché possa asciugarsi completamente. Sono passaggi semplici e poco costosi che vanno però a recuperare l’uso del materassino che torna fruibile in questo modo e soprattutto sicuro per la salute.

Impostazioni privacy