Mostre design: Joe Velluto al Triennale Design Museum di Milano

Al Triennale Design Museum di Milano va in mostra una selezione di progetti di Joe Velluto che dirige uno studio di design e comunicazione rivolto alla sperimentazione e all’esplorazione tra design e arte

Al Triennale Design Museum di Milano va in mostra una selezione di progetti di Joe Velluto che dirige uno studio di design e comunicazione rivolto alla sperimentazione e all’esplorazione tra design e arte. La mostra ha il titolo ironico di FunCoolDesign ed è curata dal mostro sacro della fotografia provocatoria di Oliviero Toscani , che tanto tempo si è occupato delle campagne pubblicitarie del marchio Benetton. L’inaugurazione avverrà il 28 di gennaio e la mostra rimarrà aperta fino al 27 febbraio 2011.

“Oggi il design non è più l’armonia di tutte le funzioni, ma è un fenomeno di moda che si colloca tra la promozione delle vendite, il marketing e la futilità” dice Oliviero Toscani . E’ qui che si colloca Joe Velluto reso famoso da allestimenti per il nuovo brand Coincisa design e provocazioni come “RosAria” , corona del rosario usa e getta in pluriball, il primo progetto ufficiale che presto entra a far parte di alcune collezioni permanenti di design in Italia e all’estero.
 
Nel novembre del 2002 presenta la mostra/manifesto molto interessante intitolata “UseLess Is More”, definita come prima interpretazione del concetto di Adesign, dalla quale prende il nome l’omonimo libro distribuito da Corraini.
 
Attualmente JoeVelluto fa base a Vicenza dove dallo studio JVLT collabora con alcune realtà editoriali e cura il coordinamento artistico di varie aziende.
 
Una sorta di evento, non una semplice mostra per vedere come lavora un young designer molto creativo che progetta forme morbide e ironiche come il nano da giardino Buddy con la nuova funzione di “nano da guardia” con un’aria non troppo amichevole.

Parole di Sergio Romeo