I 5 rumori che potresti sentire in casa tua e che non dovresti ignorare per nessun motivo al mondo

In casa è possibile sentire dei rumori a cui è bene prestare attenzione perché potrebbero celare delle possibili emergenze. Ecco quali sono.

In casa ogni giorno c’è una sinfonia di suoni: pavimenti, rubinetti, tubi… molte volte questi sono semplicemente rumori fastidiosi che potrebbero essere “nascosti” alzando il volume del televisori, altre volte ci si abitua a loro, imparando a conviverci. Ma ci sono 5 rumori che non dovrebbero essere invece ignorati perché potrebbero nascondere potenziali emergenze in casa. Ecco quali sono.

I 5 rumori da non ignorare in casa

Fra tutti i possibili suoni che si potrebbero sentire in casa, ce ne sono 5 che non dovrebbero essere ignorati per nessun motivo al mondo. 

Rumori in casa: i 5 più comuni
I 5 rumori più comuni in casa che potrebbero segnalare che qualcosa non va – designmag.it

Questi infatti potrebbero segnalare delle possibili emergenze da risolvere il più presto possibile. Sono questi i più comuni:

  1. Rumore dell’acqua che scorre: quando l’acqua continua costantemente a scorrere nei tubi, questo potrebbe essere il segnale che da qualche parte c’è una perdita. Per questo bisognerebbe tempestivamente chiamare un idraulico per verificare che non ci siano eventuali perdite, ad esempio dal lavandino o dal bagno. Si può anche controllare che la perdita non provenga da qualche tegola mancante o danneggiata del tetto. Infine, si può verificare se la perdita sia in atto o meno controllando il contatore dell’acqua. Se il contatore gira, vuol dire che c’è una perdita. 
  2. Ronzio delle luci: se le prese o gli interruttori emettono un ronzio, vuol dire che non sono installate correttamente. Infatti, se l’installazione e l’alimentazione delle lampadine sono corrette, queste non emetteranno alcun suono. A volte questo rumore può significare che la potenza della lampadina non è corretta. 
  3. Fischi in prossimità di apparecchi a gas: questo è sicuramente un rumore da tenere sotto controllo perché potenzialmente dannoso per la propria casa. Se si sentono dei fischi o sibili vicino agli apparecchi a gas, la prima cosa da fare è evitare di toccare gli interruttori elettrici, quindi allontanarsi dall’abitazione perché c’è il potenziale rischio di un incendio. Se il rumore appartiene ad un elettrodomestico, si sentirà probabilmente anche un caratteristico odore di bruciato e di fusione.
  4. Rumore del rubinetto che gocciola: all’inizio può essere un problema di poco conto, ma se il rubinetto perde, il gocciolio può trasformarsi in una perdita più grande e potenzialmente dannosa per l’intera casa (nonché per il portafoglio dato che le bollette saranno più alte). 
  5. Gorgoglio dal wc: se dal water provengono dei rumori di gorgoglio, questi potrebbero indicare che c’è un intasamento in atto o mancanza di ventilazione, cioè l’acqua può passare ma con fatica o senza trovare uno sfiato. Il problema dell’intasamento non va trascurato, ma va trattato con l’ausilio di un idraulico che valuterà la gravità della situazione.

Questi sono 5 rumori che si possono sentire più o meno frequentemente in casa: anche se apparentemente possono sembrare innocui, chiedere supporto ad un tecnico (elettricista, idraulico) può rivelarsi la scelta più saggia per evitare gravi danni alla propria abitazione. 

Impostazioni privacy