Hai una casa con poca luce? Ecco 4 semplici soluzioni per illuminarla come si deve

Sai che uno degli incubi peggiori degli italiani è quello di vivere in una casa buia e con scarsa illuminazione?

Le recenti statistiche hanno messo in evidenza le principali caratteristiche a cui gli italiani prestano la massima attenzione, nel momento dell’acquisto di un immobile.

Più del 60% degli intervistati ha dichiarato di richiedere soprattutto una adeguata illuminazione degli ambienti domestici,  cercando di evitare il più possibile abitazioni buie e prive di luce naturale. Inoltre, sappiamo anche che la qualità della vita e l’umore sono fortemente influenzati dal vivere in una casa ricca di luce. Dunque, adesso vi suggeriremo quattro trucchi per rendere la casa più luminosa, considerando abitazioni ampie, poco illuminate e altre di piccole dimensioni e con un solo ingresso.

Soluzioni pratiche per illuminare al meglio la propria abitazione

In primo luogo, è importante ricordare che oltre il bianco anche tutti gli altri colori chiari conferiscono luminosità all’ambiente, restituendo magari anche un aspetto meno neutrale e più originale.

Un'immagine di un ambiente domestico luminoso, con luci led
Un’immagine di un’abitazione illuminata da luci led (designmag.it)

Infatti, un ambiente total white rischia di risultare completamente asettico, perdendo quel tocco di personalizzazione e vita vissuta che una casa deve necessariamente possedere.

Per evitare ciò, è sufficiente optare per una palette di diverse tonalità da accostare, nella scelta dei complementi d’arredo e degli accessori.

Per quanto riguarda l’illuminazione, dobbiamo ricordare che i più fortunati vivono in abitazioni ricche di luce naturale ma molti altri invece hanno necessità di individuare delle strategie adatte, per utilizzare al meglio la luce artificiale.

Secondo gli esperti, è fondamentale illuminare in modo adeguato gli ambienti dedicati allo studio, al lavoro e alla lettura, prestando particolare attenzione ad evitare di affaticare troppo la vista.

Inoltre, un altro utile consiglio è quello di collocare dei punti luce in prossimità delle pareti e delle strisce led al di sotto degli sportelli, per ricreare un’illuminazione il più naturale possibile.

Per quanto riguarda l’illuminazione attraverso porte ed ingressi, sappiamo che molto spesso siamo vincolati dalle normative e possiamo esclusivamente optare per tubi a neon o lucernari, posizionati sotto il soffitto.

Nella scelta delle tende più adatte, dobbiamo preferire stoffe chiare e sottili che non ricoprono tutto il vetro. Ad esempio, per il bagno, sono perfette quelle che coprono solo metà della finestra, assicurando la privacy all’interno dell’abitazione e l’ingresso di una sufficiente quantità di luce naturale dall’esterno.

I vetri devono necessariamente essere sempre puliti sia all’interno che all’esterno, è preferibile lavarli con acqua e sapone, asciugarli poi con un lavavetri e completare l’operazione con un panno morbido.

In relazione alla scelta delle porte invece, se l’abitazione è di piccole dimensioni sono più adatte porte decorate con pannelli di vetro, in modo da ricavare un adeguato scambio di luce fra le stanze.

Ci sono accorgimenti utili anche per chi ha uno spazio verde, all’ esterno della propria casa. Infatti, per ricevere maggiore luce naturale può risultare utile collocare piante con foglie argentate e variegate che riflettono al meglio la luce solare, evitando alberi alti davanti a balconi e finestre.

Impostazioni privacy