Filtri della cappa, se non li sostituisci rischi che la casa prenda fuoco: ogni quanto devi farlo

È molto importante sostituire i filtri della cappa perché i rischi derivanti da una cattiva manutenzione sono molti, compreso l’incendio.

Esistono alcune parti della cucina che, nonostante accurata pulizia, spesso sfuggono alle nostre attenzioni. Una di queste è l’interno della cappa sopra il piano cottura, un elemento altamente decorativo ma anche indispensabile. Come sappiamo, cucinando si formano fumi e vapori, che a causa del calore dei fuochi vanno verso l’alto. La funzione della cappa è quella di veicolarli all’eterno, mentre i filtri assorbono unto e cattivi odori.

Ma perché è fondamentale sostituire spesso e nel modo giusto questi filtri? Il rischio è che si possano sviluppare incendi, e non solo. Ecco tutto quello che c’è da sapere. Che si cucini tutti i giorni oppure una volta alla settimana, col tempo si accumulano nel filtro della cappa fumi e grassi, che riducono l’efficienza dello stesso.

Come e quando sostituire i filtri della cappa, le accortezze indispensabili per la sicurezza e l’igiene

È facile immaginare che un filtro impregnato non funziona bene come uno nuovo, e ciò innesca diverse problematiche. Per prima cosa, la cappa consumerà più elettricità perché dovrà lavorare più a lungo per eliminare i fumi, e poi gli odori non riescono più a essere eliminati, con la conseguenza che ristagnano in cucina e possono arrivare anche nelle altre stanze.

come e quando sostituire i filtri della cappa di cucina
La sostituzione e pulizia dei filtri della cappa sono indispensabili per l’igiene e la sicurezza – Designmag.it

Il pericolo più grande, però, è quello del possibile incendio. Infatti se nel filtro si sono accumulati troppi grassi, alla prima “fiammata” un po’ più alta è possibile che prendano fuoco, con conseguenza facilmente intuibili. Il panico può giocare brutti scherzi e la cucina è una stanza dove molti oggetti possono bruciare velocemente. Quindi, meglio non arrivare a rischiare la vita.

Il cambio dei filtri della cappa, a meno che non ci siano installazioni particolari, è un’operazione molto semplice; inoltre bisogna ricordare che esistono diversi tipi di materiale che vanno a costituire i filtri: esistono quelli in metallo, in spugna, in carta o a carboni attivi.

Partendo dai filtri in metallo, questi vanno tolti e lavati accuratamente almeno una volta al mese con acqua e sapone per piatti o un prodotto sgrassante ad hoc. I filtri in spugna vanno ugualmente lavati una volta al mese e poi sostituiti ogni 6 mesi. Quelli in carta, ovviamente, sono destinati a una funzione usa-e-getta. Infine, ci sono i filtri in carbone, che vanno sostituiti almeno 2 volte all’anno. Infine, ma non da ultimo, durante la sostituzione dei filtri bisogna sempre staccare la corrente della cappa.

Impostazioni privacy