Fai da te: come facilitare l’installazione di cavi con le fascette

Le fascette stringicavi sono davvero pratiche e i loro utilizzi sono i più disparati. Scopriamoli insieme

da , il

    Fai da te: come facilitare l’installazione di cavi con le fascette

    Le fascette stringicavi sono dei prodotti particolarmente utili, non solo per un uso professionale, ma anche nel fai da te. In plastica, nylon, velcro o di metallo, queste componenti permettono di installare qualsiasi tipo di cavo, bloccandolo nella posizione giusta oppure unendo più fili insieme. Non solo. Le fascette si prestano anche per tantissimi altri scopi e finalità.

    Cosa sono e come si usano le fascette per cavi?

    Le fascette per cavi proposte da Rs Components, sono dei sistemi che consentono principalmente il fissaggio di cavi e tubi, ma possono essere impiegate per le finalità più disparate.

    Il loro meccanismo è decisamente semplice. Basta infatti circondare il cavo da bloccare, inserire l’estremità libera all’interno dell’apposito foro situato sull’altro lato, e infine tirare la fascetta per stringerla intorno al cavo, fino a che non sarà raggiunta la tensione desiderata.

    A questo punto è possibile tagliare via la parte in eccesso, lasciando sempre qualche millimetro per garantire una perfetta tenuta. Il vantaggio delle fascette è l’impossibilità di aprirle una volta strette, quindi bisogna prestare attenzione a posizionarle nel modo giusto, altrimenti sarà necessario tagliarle e usarne una nuova. Inoltre è importante rispettare il verso della fascetta, facilmente individuabile osservando il passaggio per l’inserimento dell’estremità di fissaggio.

    Quali tipologie di fascette per cavi utilizzare?

    Sebbene possano sembrare una componente secondaria, le fascette possono rivelarsi estremamente utili e importanti: per questo motivo è indispensabile scegliere sempre quelle giuste. Esistono fascette realizzate con diversi materiali, il più comune è la plastica. Si tratta di modelli piuttosto economici e molto pratici da usare, da impiegare ad esempio per unire dei cavi elettrici e lasciare pozzetti e quadri in ordine, oppure per bloccare dei tubi per la micro-irrigazione del terrazzo o delle aiuole del giardino.

    Altri modelli sono realizzati in nylon, con proprietà del tutto simili, mentre altri sono in metallo. Quest’ultime sono riservate a utilizzi particolari, dove sono richieste capacità di resistenza elevate.

    In alternativa, esistono le fascette in velcro, il cui vantaggio è la possibilità di riutilizzarle grazie alla presenza di appositi sistemi di chiusura a gancio.

    Il meccanismo di serraggio è un altro aspetto importante nella scelta delle fascette per i cavi: non da me no è anche la scelta del colore. Quest’ultima caratteristica può aiutare a riconoscere i vari cavi, usando colorazioni differenti per individuare rapidamente quello giusto.

    Per quali utilizzi si possono destinare le fascette?

    L’uso principale delle fascette è quello in ambito elettrico, infatti si possono ordinare i cavi del quadro e dei pozzetti, lasciando questi spazi sgombri e sistemando tutti i fili in modo da effettuare eventuali interventi senza fastidi. Tuttavia le fascette sono uno strumento davvero multiuso, infatti possono essere impiegate per qualsiasi tipo di attività e scopo. Ad esempio, possono servire per bloccare dei tubi di plastica, fissandoli alla ringhiera del balcone o del terrazzo.

    Inoltre, le fascette possono essere utilizzate per sistemare alcuni accessori sulla bicicletta, ad esempio un sensore sui raggi della ruota, oppure un supporto sul portapacchi. Allo stesso modo, è possibile adoperarle per mettere in ordine i fili della connessione Ethernet di casa, evitando la classica matassa aggrovigliata per terra, oppure per unire i cavi che alimentano la televisione e tutti i dispositivi ad essa collegati, come la console di gioco, il DVD o un TV Box, lasciando il retro della TV in ordine.

    Le fascette servono anche per fissare delle placche alle reti metalliche, come una targa che avvisa la presenza di cani da guardia all’interno, oppure un telo pubblicitario per sponsorizzare un’attività commerciale.

    Non da meno è l’idraulica, infatti le fascette possono sostituire i modelli in acciaio, poiché sono molto più pratiche da utilizzare rispetto a quest’ultime. Non dimentichiamo che è possibile

    sempre tagliarle via con facilità. Un grande vantaggio delle fascette è il loro prezzo conveniente, soprattutto i modelli in nylon e in plastica, mentre quelle in metallo sono più costose perciò devono usate con maggiore parsimonia.

    Credits Foto: Shutterstock/ Nor Gal