Condono edilizio e sanatorie gratis per tutti: in arrivo semplificazioni incredibili

Per gli abusi edilizi sono possibili nuove sanatorie automatiche e gratuite che ne permetteranno la regolarizzazione.

Solitamente il procedimento per sanare un abuso edilizio richiede tempo, denaro e adempimenti burocratici. Data la possibile lunga attesa per la risoluzione della pratica di risanazione, si sta puntando a rendere il tutto più veloce e semplice, istituendo delle formule di sanatoria automatica e semplificata, almeno per quanto riguarda gli abusi edilizi di minore entità. Per esempio, deve essere rispettato un limite di tolleranza del 2% tra progetto e stato di fatto dell’opera in modo che sia applicabile la sanatoria automatica e gratuita.

Inoltre, la sanatoria automatica e gratuita può essere utilizzata in altri due situazioni: nel primo caso, se l’abuso edilizio non infrange le norme che disciplinano l’urbanistica e l’edilizia e non viene compromessa l’agibilità dell’immobile; mentre, nel secondo caso, è possibile procedere nel momento in cui alcuni piccoli abusi sono stati attestati da un tecnico abilitato nell’apposita dichiarazione allegata agli atti aventi per oggetto trasferimento o costituzione, o scioglimento di comunione di diritti reali.

Ulteriormente, anche la Corte di Cassazione si esprime a favore della risoluzione mediante una sanatoria edilizia piuttosto che procede con la demolizione dell’immobile. La Cassazione prima di esprimersi sulla demolizione di una casa, infatti, deve tenere in considerazione se la proprietà sia prima, seconda o terza casa, se vi sia il diritto di abitazione e, infine, la posizione in cui è situato l’immobile. Quest’ultimo elemento da considerare potrebbe rendere impossibile procedere con una demolizione.

Ecco le principali proposte per la semplificazione edilizia

Oltre alle sanatorie edilizie automatiche e gratuite nei confronti di abusi edilizi di immobili già realizzati, sono state proposte diverse nuove semplificazioni in modo da permettere la realizzazione edilizia in modo più rapido e veloce. L’intento finale di queste semplificazioni è quello di aggirare i lunghi procedimenti burocratici nei confronti di quelle variazioni edilizie che non vadano a modificare l’immobile in modo rilevante. In questo senso, si sta cercando di determinare semplificazioni edilizie aggiuntive per incrementare i lavori in libera edilizia presentando autenticazioni e velocizzazioni, senza richiedere l’autorizzazione di costruzione al Comune.

Ecco le nuove sanatorie automatiche e gratuite per gli abusi edilizi
Nuove semplificazioni per eseguire piccoli lavori edilizi (Designmag.it)

Infine, è bene ricordare che sono già valide diverse semplificazioni che disciplinano la costruzione di determinate tipologie di verande sia in case singole e sia in appartamento di un condominio. Se, fino a questo momento, sarebbe stato indispensabile richiedere un permesso di costruzione al proprio Comune per realizzare una veranda chiusa e fissata al suolo, con l’arrivo delle nuove semplificazioni edilizie sarà possibile costruire la stessa veranda senza alcuna autorizzazione. L’unica prescrizione prevista è quella che le verande vengano realizzate con le vetrate “VePa”, ossia chiusure trasparenti amovibili che riparano dagli agenti atmosferici.

Impostazioni privacy