Comprare casa: i commercialisti consigliano di evitare se prima non fai questi passaggi

Seguendo attentamente alcuni semplici passaggi si può portare a termine un acquisto sicuro e senza sorprese.

L’acquisto di una casa è una delle decisioni più significative che si possano prendere nella vita. È un processo complesso e spesso emotivamente carico, che richiede attenzione ai dettagli e una pianificazione accurata. Acquistare una casa senza le giuste precauzioni può portare a gravi problemi legali e finanziarie. Per questo motivo, è fondamentale seguire una serie di passaggi cruciali per garantire che tutto proceda senza intoppi.

In Italia, il mercato immobiliare presenta una serie di peculiarità e potenziali insidie che possono mettere a rischio l’investimento di una vita. I commercialisti, esperti in questioni fiscali e legali, raccomandano di prestare particolare attenzione a determinati aspetti prima di firmare qualsiasi contratto. Dalla verifica della proprietà alle condizioni urbanistiche, passando per la presenza di eventuali gravami sull’immobile, ogni dettaglio deve essere accuratamente controllato.

Identità del proprietario e problemi preesistenti: tutte le cose da controllare prima di acquistare una casa

La redazione del portale “La legge per tutti”, ha recentemente stilato un elenco di tutti i controlli che si dovrebbero effettuare prima di firmare un contratto di compravendita. Uno dei primi e più importanti passi è raccogliere informazioni sull’identità del proprietario dell’immobile. In alcuni casi, potrebbero esserci eredi non coinvolti correttamente nel processo di successione. Considerando che ogni erede ha fino a dieci anni per accettare l’eredità, una mancata conoscenza della situazione potrebbe portare a reclami successivi.

cose da sapere prima di comprare casa
L’acquisto di una casa richiede una pianificazione accurata per evitare problemi legali e finanziari – designmag.it

Se la casa è stata ricevuta tramite donazione, bisogna prestare ancora più attenzione. Le donazioni potrebbero ledere i diritti degli eredi legittimi, che potrebbero rivendicare la loro quota, causando problemi legali per l’acquirente. Per evitare problemi di questo tipo è quindi consigliabile assicurarsi che il venditore sia in possesso dell’immobile da oltre venti anni (il che garantisce la proprietà in virtù di usucapione).

Un altro passo essenziale è verificare l’esistenza di eventuali problemi burocratici sull’immobile, come ipoteche, pignoramenti o sequestri. Questi dettagli possono compromettere la proprietà e causare seri problemi dopo l’acquisto. La ricerca deve essere effettuata presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari, dove sono registrati tutti i passaggi di proprietà e i gravami sull’immobile.

Anche verificare la regolarità urbanistica dell’immobile è fondamentale. Ciò significa controllare che esista un permesso di costruzione e che l’immobile sia conforme alle normative urbanistiche. È importante assicurarsi che l’immobile sia correttamente accatastato e che la planimetria rispecchi la situazione reale. Eventuali abusi edilizi devono essere identificati e valutati, poiché potrebbero compromettere la validità dell’acquisto.

È essenziale anche accertarsi che tutte le spese condominiali arretrate siano state saldate dal venditore. Se ci fossero debiti, l’acquirente potrebbe essere ritenuto responsabile per le spese non pagate. Solitamente, il venditore richiede una certificazione all’amministratore del condominio per attestare la regolarità dei pagamenti.

Infine, è importante conoscere la classe energetica dell’immobile. Il venditore è obbligato a fornire l’attestato di prestazione energetica (APE), che certifica la classe energetica dell’immobile. Inoltre, è utile verificare se ci sono lavori di manutenzione straordinaria programmati o già deliberati, in modo da avere un quadro chiaro delle spese future.

Impostazioni privacy