Come funziona la detrazione per l’assicurazione condominiale contro le calamità naturali

Come funziona la detrazione fiscale per l’assicurazione condominiale contro le calamità naturali: requisiti, procedure e vantaggi fiscali per condomini e proprietari immobiliari.

In un’epoca in cui gli eventi climatici estremi stanno diventando sempre più frequenti, proteggere i propri beni è diventato cruciale. Le polizze assicurative rappresentano uno strumento fondamentale per tutelarsi contro eventi imprevedibili che possono causare danni significativi agli immobili.

L’importanza di essere adeguatamente assicurati non deve essere sottovalutata, soprattutto da chi abita in un condominio. Come abbiamo tristemente avuto modo di vedere negli ultimi anni, le spese per la riparazione dei danni causati da calamità naturali possono essere ingenti. Per fortuna, esistono agevolazioni fiscali che possono alleggerire il peso economico di queste spese.

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito che alcune polizze assicurative possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi. Tra queste, rientra anche l‘assicurazione condominiale per calamità naturali. Questa detrazione permette ai singoli condomini di beneficiare di un’agevolazione fiscale pari al 19% della spesa sostenuta per il premio assicurativo.

Detrazione per assicurazione condominiale, richiedila così

Per ottenere la detrazione, è fondamentale seguire le linee guida stabilite dall’Agenzia delle Entrate nella circolare 14 del 2023. La detrazione è applicabile senza limiti di importo e può riguardare anche più unità immobiliari. Nel caso di polizze multirischio, la detrazione è però limitata solo alla quota di premio relativa alla copertura degli eventi calamitosi. È quindi necessario che la compagnia assicurativa specifichi queste quote nel contratto.

come avere la detrazione fiscale per l'assicurazione condominiale
La detrazione permette di risparmiare il 19% della spesa – designmag.it

La detrazione è valida solo per le unità immobiliari residenziali e le relative pertinenze. Non è possibile ottenere la detrazione se la polizza copre esclusivamente le pertinenze. Ogni condomino può detrarre la quota di premio corrispondente alla propria unità immobiliare, che deve essere certificata dall’amministratore di condominio. In alternativa, il condomino deve possedere la documentazione che dimostri la quota di premio pagata.

La detrazione completa è riservata ai titolari di reddito fino a 120.000 euro, mentre per redditi superiori la detrazione decresce fino ad annullarsi per redditi oltre 240.000 euro. È possibile richiedere la detrazione per polizze pluriennali stipulate dal 1° gennaio 2018. Le polizze stipulate prima di questa data non sono eleggibili, ma si può beneficiare dell’agevolazione in caso di rinnovo successivo a questa data.

Per usufruire della detrazione, le spese devono essere sostenute con strumenti di pagamento tracciabili. Come accade anche per molte altre misure assistenziali, la tracciabilità è un requisito fondamentale per poter beneficiare dell’agevolazione fiscale nella dichiarazione dei redditi per l’anno 2023, utilizzando il codice 43 nel rigo E8/E10.

Impostazioni privacy