Case quasi gratis dallo Stato: attenzione bando scade il 15 aprile, meglio di un bonus

Con un nuovo bando previsto dallo Stato è possibile ottenere un sostegno migliore rispetto a tutti gli altri bonus attualmente previsti.

Il Governo ha predisposto una molteplicità di aiuti per i cittadini quindi relativamente a tutte quelle che sono le necessità come affitto casa, problematiche nel pagamento della rata del mutuo, bollette in aumento, famiglie numerose. Ad oggi quindi i residenti possono contare su varie tipologie di sostegno al reddito.

Oltre quelli che sono i bonus più famosi però non è da dimenticare la sezione relativa ai bandi che talvolta vengono gestiti a livello regionale e quindi sono meno gettonati rispetto ai precedenti. Tuttavia rappresentano un aiuto fondamentale perché anche molto impegnativo dal punto di vista finanziario.

Case quasi gratis dallo Stato: come fare domanda

Oggi il problema abitativo è per molti una questione crescente. I prezzi, dati gli aumenti, sono sempre più elevati e talvolta trovare abitazioni nelle zone servite o utili per il proprio lavoro non è affatto facile. Per questo motivo è essenziale valutare con attenzione i supporti oggi fruibili come il bonus affitti, lo sgravio mediante riconoscimento di una frazione apposita sui redditi mensili erogati dallo Stato e qualunque altro provvedimento che possa integrare la spesa.

Case gratis dallo Stato bando bonus
Casa quasi gratis con il bando dello Stato (designmag.it)

Oltre a un problema strutturale c’è da considerare separatamente quello dei costi perché in alcune città raggiunge livelli veramente inadeguati, al punto da rendere difficile per le famiglie a basso reddito poter avere la sicurezza di un’abitazione. Grazie ai supporti previsti però è possibile dotarsi di una casa senza dover spendere cifre folli. Il bando in questione ha scadenza il 15 aprile quindi bisogna fare subito richiesta per essere tra i fortunati che potranno ricevere una casa quasi gratis.

Questo prevede l’assegnazione di unità abitative destinate in specifiche aree territoriali della Brianza. La graduatoria per l’assegnazione è già attiva quindi vuol dire che si può inoltrare la richiesta da questo momento e fino al termine ultimo alle ore 14. Possono presentare richiesta tutti coloro che risiedono nel Comune o che hanno lì la loro attività lavorativa. Se non ci sono invece unità nel proprio Comune allora si può accedere a quelle in prossimità nello stesso ambito territoriale.

Le domande si rivolgono a nuclei familiari in condizioni di indigenza che possono ottenere alloggi del Comune come forme abitative pubbliche. Riguardano i territori di Seregno, Giussano, Meda, Seveso e Barlassina. Per ogni sede relativa ci sono le email specifiche e i contatti, si consiglia comunque di rivolgersi alla sede territoriale di competenza per tutte le specifiche del caso poiché potrebbero esserci piccole variazioni da un Comune all’altro.

Impostazioni privacy