Casa al mare, prima di riaprirla ecco gli interventi da fare subito: così eviti costose riparazioni

Possiedi una casa al mare? Prima di trascorrerci le vacanze, devi fare questi interventi: eviterai di spendere tantissimo denaro.

Avere una propria casa al mare, al giorno d’oggi, risulta essere una vera e propria fortuna. Trascorrere del tempo in un determinato luogo, con gli affetti e gli amici più cari, ogni anno, è ciò che davvero tutti desiderano. Inoltre, a differenza delle mete turistiche in cui poter alloggiare, che sono molto care, rifugiarsi nella propria casa al mare, completamente gratis, è un grandissimo vantaggio per il nostro portafogli.

Ma, come ben sappiamo, c’è bisogno di fare dei piccoli interventi appena si arriva in questa casa. In questo modo si eviteranno costose riparazioni e si risparmierà tantissimo denaro.

Casa al mare? Ecco cosa fare prima di riaprirla

Come abbiamo precedentemente detto, avere una casa al mare è una delle più grandi fortune che una persona possa avere. Ma, come ogni oggetto o proprietà che si possegga, anche quest’ultima ha bisogno di numerose accortezza e soprattutto manutenzione. Essendo una casa che viene utilizzata e sfruttata solo in determinati periodi dell’anno, è possibile, in modo sicuramente maggiore, che vi siano alcuni lavoretti da fare.

casa al mare manutenzione
La manutenzione necessaria per la casa al mare (Designmag.it)

Ovviamente l’assenza di un inquilino fisso all’interno di essa, la chiusura per molti e svariati mesi e soprattutto la mancata manutenzione quotidiana, potrebbero portare numerosi problemi se non si agisce subito. A tal proposito ecco le 3 cose su cui soffermare il nostro sguardo e soprattutto a cui fare attenzione prima di riaprire la propria casa al mare:

  • Controllare la facciata esterna. Per prima cosa, appena ci si reca nella propria casa al mare, bisognerà dare uno sguardo alla facciata esterna. Quest’ultima sicuramente, a causa degli agenti atmosferici e a causa della salsedine che proviene dal mare, che è molto vicino, potrebbe essersi rovinata. In tal caso, prima che si arrivi all’irreparabile e se ne cada completamente, è bene dare una rinfrescata, facendola tornare come nuova.
  • Controllare gli infissi. Sembrerà superfluo, ma è bene soffermarsi anche su questa parte della casa. Per quelli esterni vale, più o meno, lo stesso discorso della facciata: salsedine e agenti atmosferici potrebbero rovinarli. Per quelli interni, invece, è bene soffermarsi una volta ogni 2-3 anni, per renderli perfetti. La loro manutenzione dipende molto anche dal materiale di cui sono composti.
  • Debellare l’umidità nelle stanze. Altro problema molto comune e frequente è l’umidità presente nelle camere. Quest’ultima deve essere eliminata prima di metterci piede, cercando di tinteggiare la propria casa o cercando di creare aperture che possano favorire un maggiore ricircolo d’aria.
Impostazioni privacy