Basta con calcare e sporco nello scolapiatti: con questo trucco tornerà perfetto e igienizzato

Calcare e sporco nello scolapiatti sono all’ordine del giorno ma con un piccolo trucco si possono far sparire velocemente e senza fatica.

L’accumularsi di acqua e i residui dei saponi utilizzati vanno a creare aloni non solo sulla superficie delle stoviglie ma anche negli spazi dove queste vengono inserite. Lo scolapiatti, tipicamente in acciaio o plastica, tende ad accumulare una grande quantità di acqua e quindi è molto facile che generi di conseguenza il calcare.

Con un metodo molto semplice e senza costi eccessivi potrà tornare come nuovo, perfettamente igienizzato e soprattutto evitare che queste incrostazioni diventino difficili da rimuovere con il tempo. In generale sarebbe utile fare molta attenzione ai depositi che si generano quindi, nel pratico, asciugare o rimuovere l’acqua in eccesso.

Come pulire lo scolapiatti: trucco per dire addio al calcare

I due principali alleati nel quotidiano sono sicuramente aceto e bicarbonato, rimedi della nonna che ancora oggi però sono più validi che mai. Una tecnica che funziona, pulisce e soprattutto va a igienizzare tutte le superfici. La prima cosa da fare è applicare l’aceto su tutta la zona e lasciarlo agire, quindi non deve essere subito rimosso. Successivamente per le parti incrostate è fondamentale utilizzare il bicarbonato di sodio, questo ha un effetto un po’ abrasivo. Quando si immerge il bicarbonato nell’aceto ha un effetto effervescente, è proprio quello che aiuta contro lo sporco, quindi non bisogna fermarlo. Dopo lavare tutto con acqua calda, ripetere se necessario, asciugare molto bene al termine.

basta calcare sporco scolapiatti
Come rimuovere il calcare dallo scolapiatti (designmag.it)

Per rimuovere il tutto è anche molto utile usare del sale grosso che può andare a raschiare via ogni residuo. Ovviamente una cosa molto importante da fare prima di procedere è preparare bene tutto, questo vuol dire in primo luogo eliminare ogni cosa, lo scolapiatti deve essere assolutamente libero. Quindi con un panno andare a eliminare successivamente ogni residuo di cibo.

Anche questo step è fondamentale, poi passare alla disinfezione generale usando il segreto prima descritto e poi ripetere fino a quando non sarà tutto perfettamente pulito. Lavare tutto e asciugare. Per una manutenzione continuativa è importante evitare di lasciare l’acqua sempre in sede, questa genera il calcare, fare un controllo periodico e una pulizia approfondita ogni tot mesi. Se non viene effettuata, soprattutto nelle aree di ferro, il rischio è che si generi la ruggine. Ciò è importante anche perché si inseriscono i piatti all’interno e quindi è chiaro che questo porta a ripercussioni fondamentali in termini di igiene.

Impostazioni privacy