Arriva l’assegno da 30.000 euro da spendere sulla tua casa: gara per non perderlo

Cospicuo bonus per le nostre abitazioni. Possono beneficiarne diverse categorie di persone, come proprietari, inquilini, condomini e comodatari

Un bonus da 30.000 euro da spendere in casa. Può sembrare qualcosa di incredibile, ma è la realtà. Un incentivo non di poco conto che si inquadra nelle politiche generali volte al miglioramento, anche in termini ecologici, delle abitazioni italiane, sulla scorta anche di quanto propugnato dall’Unione Europea.

Assegno da 30.000 euro per le nostre case
Migliorare l’efficienza energetica in casa non è mai stato così conveniente – (designmag.it)

Migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni e ridurre i costi energetici è qualcosa che dovremmo fare tutti. Se poi possiamo farlo anche con questi importanti incentivi, allora non c’è dubbio che tutto diventi ancor più piacevole. Com’è noto, negli ultimi anni (a partire dalla pandemia da Covid-19) l’Italia ha visto un proliferare di bonus e incentivi, riguardanti i più svariati settori. Grande attenzione, in particolare, viene dedicata all’ambiente e all’efficienza energetica, anche delle nostre case. Conoscere i requisiti e seguire attentamente la procedura di richiesta è fondamentale per usufruire di questa agevolazione.

Possono beneficiarne diverse categorie di persone, come proprietari, inquilini, condomini e comodatari. Per ottenere il bonus, è necessario inviare la domanda sul sito dell’ENEA entro 90 giorni dal completamento dei lavori o dal collaudo. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Un bonus da 30.000 euro per le nostre case

Anche per il 2024, dunque, il bonus tende da sole è stato confermato. Questo incentivo fiscale del 50% offre l’opportunità di installare tende da sole per ridurre l’eccesso di luce e calore, contribuendo così al risparmio energetico. Il bonus copre i costi per l’acquisto e l’installazione di schermature solari, come tende veneziane, a rullo e da sole, oltre a chiusure oscuranti come persiane, avvolgibili e tapparelle. Tali prodotti devono rispettare specifici requisiti tecnici pubblicati dall’ENEA.

Bonus da 30.000 euro per le nostre case
Anche per il 2024 rinnovato il bonus tende da sole – (designmag.it)

Il contributo copre fino a 60.000 euro per unità immobiliare, suddiviso in 10 rate annuali uguali. Le spese ammissibili includono montaggio e rimozione dei vecchi sistemi di schermatura, fornitura, installazione e posa delle nuove tende, assistenza professionale per la documentazione tecnica e la supervisione dei lavori, interventi di muratura necessari per l’installazione.

Come detto, la richiesta di adesione va inviata all’ENEA e deve contenere la scheda descrittiva dell’intervento con il codice alfanumerico CPID assegnato dall’ENEA, firmata dal beneficiario, asseverazione di un tecnico qualificato, schede tecniche dei componenti e marcatura CE, attestazioni della trasmissione solare totale, delibera condominiale, se applicabile, consenso del proprietario, se applicabile, fatture delle spese sostenute e ricevute dei pagamenti bancari.

Impostazioni privacy