Addio caro bollette, tutti i bonus a disposizione nel 2024 per migliorare la classe energetica della propria casa

Mentre ci prepariamo a salutare l’amato caro bollette, arrivato il momento di scoprire quali bonus ci accompagneranno nel 2024: sono questi.

Nonostante ci avviciniamo sempre di più, e soprattutto con nostro grande rammarico, alla fine del bonus caro bollette che per mesi ci ha fatto compagnia e soprattutto ci ha permesso di tirare un sospiro di sollievo, non è ancora detta l’ultima parola.

Come ben sappiamo, infatti, ci sono tanti altre tecniche che possiamo mettere in atto per poter migliorare la nostra situazione economica in relazione ai nostri consumi e una di queste riguarda proprio il migliorare della nostra situazione energetica.

O, per meglio dire, un miglioramento di quella che è l’efficienza energetica della nostra abitazione. Per sapere di cosa stiamo parlando, e scoprire dunque quali sono i bonus che ci faranno compagnia nel corso del 2024, non dovete fare altro che continuare a leggere insieme a noi.

Bonus 2024, sostituzione caro bollette

Ebbene sì, tra le tante opzioni che potrebbero fare al caso nostro per migliorare il nostro impatto e dunque diminuire anche le nostre spese mensili all’interno delle bollette, non possiamo certo sottovalutare l’aiuto che possiamo trarre propria da una migliore classe energetica del nostro immobile. In particolare, proprio nel corso del 2024 ci sono numerosi bonus che potrebbero fare al caso nostro proprio verso questa direzione e che potremmo definire come “green”. Scopriamo insieme quali sono i più interessanti e soprattutto di cosa si tratta.

bonus in arrivo
2024, bonus casa – designmag.it

Quando parliamo delle case green, infatti, andiamo incontro a dei bonus che potrebbero darci la possibilità di ridurre in media i nostri consumi di energia ma, allo stesso tempo, anche di raggiunge (si auspica) una neutralità energetica entro il 2050. In questo modo, dunque, avvalendoci di questi aiuti avremo l’occasione non solo di ridurre le nostre spese personali, ma di contribuire a un passo fondamentale per un miglioramento della situazione ambientale che ci circonda.

Oltre, dunque, al già molto conosciuto superbonus corrispettivo del 70 per cento, ci sono altri due bonus che potrebbero fare al caso nostro: vale a dire l’ecobonus o quello per la ristrutturazione, corrispettivo del 50 per cento. Quest’ultimo, che è anche il meno vantaggioso, permette nello specifico di ottenere una detrazione fiscale sulle spese già supportate per mettere in atto dei lavori di ristrutturazione e restauro delle proprio abitazioni con una spesa massima di 96 mila euro.

Nel caso, invece, del primo aiuto questo darà la possibilità fino al 31 dicembre di ottenere e dunque godere di agevolazioni fiscale per il recupero delle proprie classi energetiche. In questo modo, si avrà una riduzione di consumi ed emissioni inquinanti. Lo sconto, in questo caso, può andare dal 50 fino al 65 per cento nel corso di dieci anni ed è previsto per l’installazione di sistemi di riscaldamento, sostituzione di infissi ma anche installazione di pannelli fotovoltaici e cappotti termici. 

Impostazioni privacy