Abbellire i muri di casa con quadri, quali sono gli errori da evitare a tutti i costi: i segreti degli esperti

Abbellire i muri di casa con quadri richiede senso estetico, attenzione ai dettagli e una buona dose di pianificazione.

Decorare le pareti di casa con quadri è una pratica che aggiunge personalità e carattere a qualsiasi ambiente. La scelta di dipinti, fotografie e poster riflette i gusti e le passioni personali, ma contribuisce anche a creare un’atmosfera accogliente e stilisticamente coerente. Al tempo stesso, però, ottenere un risultato estetico soddisfacente non è semplice come potrebbe sembrare: esistono numerosi fattori da considerare per evitare che l’effetto finale risulti disordinato o poco armonioso.

Posizionare correttamente un’opera d’arte richiede una certa sensibilità e attenzione ai dettagli. Spesso, gli errori più comuni si annidano nei particolari, come l’altezza a cui vengono appesi i quadri, la scelta delle cornici o la disposizione degli elementi nell’ambiente. Conoscere le tecniche e i segreti degli esperti può quindi fare la differenza tra una parete decorata con gusto e una che sembra improvvisata.

Altezza, spazio e proporzioni: i dettagli da non sottovalutare quando si appendono dei quadri

Uno degli errori più comuni è appendere i quadri troppo in alto o troppo in basso. L’altezza standard per appendere i quadri è a livello degli occhi, che corrisponde a circa 145 cm dal pavimento. Questo vale generalmente per le stanze dove si sta in piedi, come corridoi, cucine e bagni. Per le pareti molto alte, è consigliabile disporre una serie di opere d’arte iniziando con l’immagine più bassa a livello degli occhi per mantenere l’equilibrio visivo.

consigli per appendere i quadri in casa
Considerare le dimensioni della stanza e dei mobili è essenziale per scegliere la cornice e il posizionamento adeguati – designmag.it

Un altro errore frequente è non considerare le dimensioni della stanza e dei mobili circostanti. In spazi grandi, cornici piccole possono perdersi, mentre in spazi piccoli, cornici molto grandi possono risultare opprimenti. In ambienti ampi, opta per quadri di grandi dimensioni o una serie di immagini. In stanze più piccole, uno o due quadri ben scelti sono sufficienti per aggiungere carattere senza sovraccaricare lo spazio.

La cornice gioca ovviamente un ruolo fondamentale nell’armonia complessiva. Una cornice troppo elaborata può distogliere l’attenzione dall’opera, mentre una troppo semplice potrebbe non valorizzarla adeguatamente. Inoltre, è importante che la cornice si abbini allo stile e ai colori della stanza. Cornici in legno naturale sono ideali per camere da letto e bagni, mentre immagini di viaggio o fotografie di famiglia si adattano meglio a salotti e sale da pranzo.

Anche la posizione del quadro è un aspetto di fondamentale importanza. Per trasformare un quadro in un punto focale, scegli una posizione prominente come sopra un camino, un letto o un divano. Una volta individuato il punto giusto, organizza i mobili in modo che l’attenzione cada naturalmente sull’immagine. Gli elementi decorativi come lampade, vasi e piante dovrebbero essere usati per incorniciare il quadro senza però attrarre troppo l’attenzione.

Infine, prima di iniziare a forare le pareti, assicurati di controllare la presenza di tubi e cavi elettrici. Utilizza un rilevatore di fili e consulta le planimetrie del tuo edificio. Spegni tutte le luci e gli apparecchi nella stanza prima di procedere. Preparare gli strumenti adeguati, come trapano, punta da trapano da 6,5 mm, mazza o martello, cacciavite, metro a nastro e livella a bolla, è essenziale per un lavoro preciso e sicuro.

Impostazioni privacy