La poltrona Alfred si cimenta con successo nella rielaborazione della storica Bergère

La poltrona Alfred si cimenta con successo nella rielaborazione della storica Bergère

Arriva una sorpresa dal mondo del design autoprodotto: la poltrona Alfred, che si cimenta con successo,in maniera elegante, nella rielaborazione della storica tipologia del modello Bergèr, quella con i braccioli e il poggiatesta

da in Designer, Poltrone, Sedie di Design
Ultimo aggiornamento:

    Arriva una sorpresa dal mondo del design autoprodotto: la poltrona Alfred, che si cimenta con successo,in maniera elegante, nella rielaborazione della storica tipologia del modello Bergère, quella con i braccioli e il poggiatesta. Il progetto è nato in occasione di una mostra intitolata Design-Uncovered col solo brief di realizzare un prodotto con la collaborazione artigianale. Così, lo studio Giopato, ideato da Cristiana Giopato e Christopher Coombes, ha definito il progetto della poltrona per mezzo di struttura in legno che segmenta in maniera apparentemente schizofrenica la più classica delle sedute Berger.

    Poi, una rete viene tesa per collegare i pezzi della struttura e restituire le linee di un’eleganza che risulta informale.

    Presentata due anni fa a Milano, Alfred è una poltrona che invita a sedersi attraendo per la particolare posizione degli innesti di legno e l’aspetto rigoroso degli elementi strutturali che, aperti verso l’esterno nello spazio tridimensionale, creano un movimento armonico nonostante l’angolazione spigolare e la sezione quadrata.

    Per la realizzazione di questa nuova Bergère abbiamo concentrato il punto focale del progetto sugli innesti di legno, muovendoli nello spazio tridimensionale e conservando in modo rigoroso la sezione quadrata.

    Lo studio di questi tracciati, liberi nello spazio, è divenuto poi la base per lo sviluppo della sedia Valerie‘ dicono dallo studio Giopato.

    Abbiamo voluto dar vita tramite la compensazione di due forze ad un bilanciamento che donasse una sorta di informale eleganza al progetto: il contrasto tra la struttura, segmentata e “schizofrenica”, e la rete che in alcuni punti si sgancia da essa, riporta la sinuosità rivelando un sistema armonioso apparentemente nascostocontinuano questi young designers.

    311

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DesignerPoltroneSedie di Design
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI