La panetteria tagliata a fette da March Studio [FOTO]

La panetteria tagliata a fette da March Studio [FOTO]

Lo studio australiano March ha realizzato in Australia l’ interior design di una secondo un progetto molto architettonico che cerca di rimanere fedele all' idea della semplicità, come quella di prodotto artigianale come il pane, ma che allo stesso tempo è innovativa

da in Architetti, Architettura, Interior Design, March Studio
Ultimo aggiornamento:

    A Melbourne in Australia il March Studio ha realizzato l’ interior design della panetteria ‘Baker d. Chirico’ secondo un progetto molto concettuale, ma cercando di rimanere fedeli alla semplicità di prodotto artigianale ma allo stesso tempo innovativo. Il design è caratterizzato da una struttura ondulata realizzata dopo aver tagliato a “fette” un volume di compensato che restituisce allo spazio un senso dinamico inedito per un negozio. Fette anche funzionali, visto che forniscono le scaffalature per contenere il pane.

    La panetteria si affaccia sulla strada con una vetrina ampia che lascia intravedere tutta quell’organicità che guida e caratterizza il progetto, così lo studio ha pensato di massimizzare il tema della comunicazione visiva: lo spazio interno è proiettato sulla strada, per segnalare la volontà di un rapporto trasparente col cliente.

    Il trattamento scultoreodegli interni del panificio funge quindi da richiamo, risultando un disegno con una chiara identità sulla strada grazie ad un effetto di luce (la superficie tridimensionale avvolge anche il soffitto) che sfrutta la serialità dei piani che si ripetono, muovendosi in profondità.

    All’interno, il bancone ha il top che funge da tagliere e delimita lo spazio pubblico da quello di servizio e integra parzialmente le casse e le bilance.

    La maggior parte dei prodotti è esposta a parete. Un’idea diversa di interior sofisticato ed elegante rispetto agli interni di Creme de la Creme realizzati dallo studio Plazma a Vilnius, Lituania.

    March Studio è specializzato nella ristrutturazione di spazi esistenti, realizzando progetti che hanno come obiettivo quello di cambiarne radicalmente la percezione spaziale ma servendosi di pochi elementi: un idea progettuale forte e un modo di dargli forma in maniera leggera.

    297

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArchitettiArchitetturaInterior DesignMarch Studio
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI