Starbucks, ad Amsterdam un nuovo restyling per coccolare i clienti [FOTO]

Starbucks, ad Amsterdam un nuovo restyling per coccolare i clienti [FOTO]

La multinazionale del caffè Starbucks, continua ad investire sul restyling dei suoi shop per dare l'idea di un cambiamento in meglio e poter coccolare i clienti offrendo loro un ambiente sempre più comodo con una progettazione d'interni, anche d'autore

da in Interior Design
Ultimo aggiornamento:

    La grande multinazionale del caffè originaria di Seattle, Starbucks, continua ad investire parecchie risorse sul restyling di alcuni dei suoi shop, questo per dare l’idea di un cambiamento in meglio e per coccolare i clienti e offrire un ambiente sempre più comodo e all’avanguardia si stanno facendo passi avanti nel campo della progettazione d’interni, anche d’autore. Così, egli ultimi tempi Starbukcs sta producendo molte idee progettuali interessanti, anche in direzioni differenti, anche nel campo del risparmio energetico e nella limitazione dello sfruttamento delle risorse.

    Sono agli onori della cronaca progetti di restyling come il caso di Kengo Kuma in Giappone, un interior design basato su un esoscheletro prodotto per il semplice incastro modulare di travi di legno, ma questa è la volta dell’Europa, con il caso Amsterdam: ubicato in quella che era una vecchia filiale bancaria, il progetto è stato denominato The Bank.

    La nuova sede si trova in piazza Rembrandtplein ed è da considerasi il primo “concept shop” del marchio in Europa.

    A distinguerlo dagli altri ci sono una metratura imponente, per lo più sviluppata al piano terra, e un progetto che gioca tutto sui dettagli artigianali della lavorazione del legno, protagonista nei soffitti costituiti da blocchetti di legno di quercia appesi, nella boiserie e sulle pareti.

    Tutto questo senza mai rinunciare alle buone politiche adotatte per la sostenibilità ambientale e il rispetto dei consumi, una strada intrapresa anche progetti sperimentali: infatti lo spazio ha conseguito la certificazione Leed in quanto al contenimento del consumo energetico della struttura e alla scelta di materiali edilizi “chemical free” , come nel caso delle vernici).

    303

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interior Design
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI