Scavolini apre nuovi punti vendita

Scavolini continua la sua corsa all’espansione, aprendo nuovi punti vendita in tutto il mondo

da , il

    Il marchio Scavolini continua la sua corsa all’espansione, aprendo nuovi punti vendita in tutto il mondo.

    E’ appena nato (il 12 dicembre scorso) il 41esimo negozio in Italia a Milano, ed il prossimo sarà a New York, a Broadway, raggiungendo quota 150 punti vendita nel mondo.

    L’export vale il 20% e la crescita dei ricavi nel 2009 è pari al 4%.

    Ecco tutti i numeri del marchio, e la ricetta di questa espansione intensiva, valida come strategia aziendale per superare la crisi.

    Il 41esimo negozio monomarca Scavolini in Italia, si compone di mille metri quadri ed è situato a Milano nel quartiere Corvetto, ma Scavolini non si limita certo a questo, e prepara la sua espansione oltreconfine.

    Il primo punto vendita all’estero, è stato aperto 25 anni fa, ed oggi siamo a quota 150 in tutto il mondo.

    Per l’impresa pesarese, tuttavia, l’anno nero delle cucine, con una flessione complessiva del giro d’affari del 17% per un settore che in Italia vale 2,2 miliardi, non è stato così buio, e dopo la battuta di arresto del 2008, i ricavi, circa 212 milioni di euro, crescono del 4%.

    E allora l’azienda, cerca di superare il periodaccio ricercando mercati emergenti.

    Tra luglio e ottobre Scavolini ha aperto 12 negozi in Europa (Anversa, Varsavia, Montpellier, Sofia, Sarajevo) e in Asia (a Hyderabd in India) spingendosi fino all’Uzbekistan e all’estremo oriente russo, a Vladivostok.

    Da qui la strategia di Scavolini che corre sul doppio binario estero-Italia cercando di rafforzarsi con il design di prestigio e i punti vendita monomarca.