Porte interne: come scegliere quelle adatte per la tua casa

Porte interne: come scegliere quelle adatte per la tua casa

Le porte per interni non sono solo elementi funzionali, ma dei veri e propri componenti del sistema di arredo

da in Come arredare, Interior Design, Porte
Ultimo aggiornamento:

    Scegliere le porte interne adatte alla propria casa non è facile. I modelli e i sistemi di apertura/chiusura sono molti, e i modelli di porte più giusti vanno valutati in base allo spazio a disposizione, alle aperture, alle dimensioni, allo stile della casa, e al loro costo. Le porte possono inoltre diventare un vero e proprio elemento d’arredo, che se scelte con il giusto criterio, permettono di abbellire la casa.

    Esiste una vasta gamma di porte, che in prima istanza si differenziano per la diversa tipologia di apertura. La più classica è la porta a battente, ovvero quella costituita da un’anta che si apre nell’ambiente. Per i vani accessori viene sovente utilizzata la porta a soffietto costituita da un elemento ripiegabile su se stesso e che ha il pregio di non necessitare di uno spazio di apertura. Altra tipologia che può essere utilizzata in spazi esigui è la porta a libro, che si ripiega su se stessa a metà. Soluzione ad hoc sia per ragioni di carattere spaziale che estetico è la porta scorrevole, che può scorrere internamente o esternamente al muro.

    Scegliere le porte interne: le dimensioni

    Per la scelta delle porte interne è fondamentale valutare l’ingombro dell’apertura e quindi valutare lo spazio che si ha a disposizione nei due ambienti da cui è separata. Oggi la misura standard di una porta interna è di 80 cm, che possono scendere a 70 cm se devono servire bagni o vani accessori, e spesso per quest’ultimi si utilizzano porte a soffietto o a libro in modo da dimezzare gli ingombri delle aperture. Nel caso di una porta scorrevole esterno muro la larghezza da considerare per la parete sarà ovviamente del doppio, meglio se di 170 cm. Le porte scorrevoli interno muro sono invece sicuramente la soluzione migliore per la gestione dello spazio perchè non hanno nessun ingombro e quindi lasciano totale libertà di arredo.

    Scegliere le porte interne: i prezzi

    I sistemi di porte che costano meno sono quelli a battente con cornice, mentre le porte a battente filo muro hanno invece un costo maggiore per via della tecnologia che permette la scomparsa del telaio. Le porte scorrevoli interno muro hanno un costo piuttosto elevato soprattutto se si vuole scegliere il modello senza cornice. Le porte scorrevoli esterno muro non sono particolarmente costose se si sceglie una tecnologia di scorrimento basica.

    Scegliere le porte interne: i materiali e le finiture

    Il materiale tradizionale utilizzato per le porte interne è il legno, sia per la struttura che per il rivestimento. La struttura è generalmente costituita da compensato o mdf, mentre per le finiture si scelgono fogli di legno nobile, o il laminato se si vuole risparmiare. Le porte laccate consentono, grazie all’uso del colore, di valorizzare l’arredamento o di alleggerire l’effetto visivo. Grande impiego anche di vetri e cristalli, che sono oggi stratificati, resistenti agli urti e temperati per garantire la sicurezza. Le porte in alluminio sono una scelta moderna ed esteticamente piacevole, che offre vantaggi strutturali anche in termini di leggerezza, isolamento acustico, durata nel tempo e semplicità nella manutenzione.

    765

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Come arredareInterior DesignPorte

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI