Poltrone Moroso: chaise longue Antibodi da Patricia Urquiola

Patricia Urquiola si mette nuovamente alla prova disegnando una chaise longue di forme floreali e materiali stratificati

da , il

    Patricia Urquiola si mette nuovamente alla prova disegnando una chaise longue di forme floreali e materiali stratificati. Una seduta non imbottita, Antibodi, cucita di elementi triangolari di materiale doppiato, feltro e panno con poliuretano espanso, che costituiscono, come nella gemmazione delle piante, il piano di seduta per mezzo di petali che sono rivolti verso l’alto e danno vita a un prodotto di gran carattere ma di garbo femminile. Altri petali si rivolgono verso il basso e suggeriscono una visione volutamente più severa. Si tratta di un opera di grande sartoria, che unisce moda e design grazie a con colori vivaci, materiali innovativi e sofisticati sistemi di cucitura, per una forte espressività.

    Elegante come un abito di alta moda, Antibodi è realizzata con struttura portante in acciaio inox e sottopiedi in PVC. Il rivestimento, sfoderabile, è in tessuto accoppiato con poliuretano espanso e rete in materiale sintetico oppure in panno e pelle, diventa portante grazie alla sovrapposizione degli strati.

    La versione double face è qui proposta nei toni del black and white oppure nel naturale accoppiato a un patchwork coloratissimo come nel progetto Tropicalia, sempre di Moroso. E’ disponibile anche la versione senza petali, monocromatica ma sarebbe un peccato sceglierla.

    Un progetto di Moroso che si sviluppa a partire dallo studio della moltiplicazione “cellulare” di petali che sono cuciti in maniera triangolare per formare geometrie generose, sensuali come i fiori sanno essere. È presente nella collezione anche la versione poltrona, nelle varianti senza petali, con petali di un unico colore oppure con petali bicolore a contrasto