Poltrone anni ’50, il dettaglio in più per rendere vintage la tua casa

Poltrone anni ’50, il dettaglio in più per rendere vintage la tua casa

Le poltrone anni '50 hanno un design comodo, avvolgente e molto originale

da in Arredamento Vintage, Come arredare, Complementi d'arredo, Poltrone
Ultimo aggiornamento:

    Le poltrone anni ’50 rappresentano quel dettaglio in più per rendere vintage la tua casa. Complementi di arredo comode e stilose, queste sedute retrò sono perfette per chi è in cerca di un pezzo unico e forte per dare personalità al proprio soggiorno e, perché no, anche alla propria camera da letto. Quando parliamo di poltrona anni ’50 ci riferiamo a una seduta imbottita con gambe in legno, a volte anche in ferro, piuttosto basse, schienale mediamente alto e bracciali imbottiti. Ovviamente, in quel decennio, di varianti ne sono state apportate diverse, fino a renderle più sottile nella forma, soprattutto con l’aggiunta di altri elementi in legno.

    Il vintage detta spesso le nuove tendenze in fatto di arredamento ed è per questo che, soprattutto tra i veri appassionati, si punta molto sullo stile anni ’50 per rendere più bella la propria casa. Ci sono tanti complementi, accessori e una variegata palette cromatica che possono essere utili a conferire il giusto look alla propria dimora e uno di questi è rappresentato sicuramente dalla poltrona.

    Le poltrone di design anni ’50 hanno una forma molto comoda e avvolgente. Sono, infatti, l’ideale per chi ha voglia di accomodarsi e rilassarsi dopo un’estenuante giornata di lavoro o in giro a fare commissioni. La seduta è piuttosto bassa, come accennavamo poco prima, i braccioli sono rivolti verso l’esterno, per assicurare un maggior comfort alla seduta stessa, e lo schienale è piuttosto alto, fino a far appoggiare anche tutta la testa.

    Le poltrone anni ’50 sono realizzate in legno massello, solitamente di faggio. La struttura, dunque, è molto solida ed è rivestita da un’importante imbottitura. Questa è in tessuto, quasi mai di pelle, il quale può essere un cotone molto resistente oppure vellutino. I colori sono assolutamente importanti, perché negli anni ’50 dominavano tantissimo il rosso, in tutte le sue sfumature piuttosto accese, il giallo ocra, l’azzurro e il verde, dal salvia al muschio e in particolar modo l’ottanio, nuance nata proprio in questo periodo. Inoltre, se volete davvero stupire, vi converrà puntare su una di queste creazioni con tessuto fantasia, che possono essere delle sfere ma anche dei fiori o comunque dei disegni retrò style.

    Tra le poltrone di design relative quel periodo sappiate che ce ne sono di diverse, da quelle italiane, tra cui le creazioni di Gio Ponti, ai modelli danesi e, in genere, scandinavi. Se amate questo periodo, dunque, fate sì che la vostra casa rispecchi la vostra personalità, scegliete complementi in linea, come queste poltrone ma anche, tessuti, fantasie, mobili e, perché no, anche dei frigoriferi anni ’50: vedrete, la vostra dimora sarà bellissima.

    476

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Arredamento VintageCome arredareComplementi d'arredoPoltrone

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI