Pavimenti anni ’30, le idee più belle per la tua casa

Pavimenti anni ’30, le idee più belle per la tua casa

I pavimenti anni '30 di maggiore diffusione erano le cementine: scopri le idee più belle per abbinare con stile e gusto gli arredi di casa con queste pavimentazioni dal gusto retrò.

    I pavimenti anni ’30 conferiscono alla dimora un tocco elegante e ricercato. La più diffusa tipologia di pavimentazione in questi anni erano le cementine o pastine ma anche i pavimenti in graniglia o marmette. Agli inizi del Novecento, in seguito alla rivoluzione industriale, le grandi città conobbero una forte immigrazione dalle provincie e questo portò alla costruzione intensiva di palazzi a più piani. I pavimenti alla veneziana erano troppo lunghi da realizzare e anche troppo delicati, per questo tipo di abitazioni. Ecco allora che fecero così la loro comparsa i pavimenti in graniglia e le cementine, realizzati con materiali semplici, poco costosi e facilmente reperibili. Da qui la loro diffusione anche nei vicini anni ’30. Ecco le idee più belle per la tua casa da cui prendere ispirazione, per abbinare arredi contemporanei e pavimenti anni ’30, con gusto e stile.

    I pavimenti anni ’30 maggiormente diffusi erano le cementine, ossia delle piastrelle realizzate con un miscuglio di cemento, sabbia finissima e ossido di ferro rosso, nero o naturale. Oltre alla classica forma quadrata, le cementine potevano avere anche forma esagonale. L’aspetto delle cementine, diversamente dai pavimenti anni ’60 in graniglia, appare più opaco: esse infatti non venivano lucidate a piombo ma semplicemente trattate con dell’olio di lino.

    Se hai acquistato una casa con arredamento anni ’30, molto probabilmente ti troverai di fronte a un pavimento di questo tipo. Valorizzalo con arredi dal gusto contemporaneo, vedrai che gli interni assumeranno un fascino senza pari. Le superfici lucide o a specchio di mobili e complementi sono ideali per rendere l’ambiente più raffinato ed elegante; se invece ami le atmosfere vintage gioca sui mobili e complementi in legno effetto rovere.

    Il risultato sarà sorprendente.

    Molto spesso le tonalità dei pavimenti anni ’30 sono nei colori del rosso mattone e del panna. Riprendi queste tinte su alcuni elementi d’arredo o sugli oggetti decorativi: in questo modo l’ambiente risulterà armonioso e studiato fin nei minimi dettagli. Se invece i pavimenti sono nel classico binomio bianco nero, rendi l’atmosfera più calda e accogliente attraverso l’utilizzo di mobili in legno naturale e dai colori chiari.

    392

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArredamentoArredamento VintageCome arredare

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI