Pavimentazione per esterni: il decking in 8 punti

Pavimentazione per esterni: il decking in 8 punti

    decking

    La pavimentazione per esterni dev’essere scelta con molta cura e attenzione, tenendo in considerazione diversi fattori. Con l’arrivo della bella stagione, è piacevole trascorrere del tempo in giardino ma per farlo è fondamentale attrezzare gli spazi verdi in modo funzionale. Un elemento molto importante è la pavimentazione, che richiede un investimento economico notevole. Proprio per questo motivo sarà opportuno scegliere rivestimenti duraturi e resistenti. Oggi andremo alla scoperta del decking, una pavimentazione per esterni di facile realizzazione e dall’aspetto moderno ed elegante. Ecco allora il decking in 8 punti.

    decking1

    Il decking è un pavimento in legno per esterni, realizzato con le essenze più resistenti e con uno spessore di almeno 2 cm, in grado di resistere a intemperie e agenti atmosferici. Può essere utilizzato ovunque: a bordo piscina, in giardino, in terrazzo, nei gazebi o per passerelle e vialetti da giardino.

    decking2

    Il decking è disponibile in diverse essenze, che variano in base ai gusti e al budget disponibile. Si va dal larice all’Ipè, al teak, al frassino termotrattato e al bamboo. I listoni possono essere scelti con superficie liscia o zigrinata, particolarmente indicata per non scivolare quando è bagnato.

    decking3

    Il decking è disponibile in due formati: i listoni, ideali per ricoprire ampi spazi, con metrature irregolari, come giardini e bordo piscina, oppure le mattonelle, chiamate anche quadrotte, indicate per rivestire spazi di dimensioni più ridotte e regolari, come gazebi, patii e logge.

    decking4

    Il decking può essere tranquillamente posizionato sopra a quasi tutte le pavimentazioni da giardino posate in precedenza. Valutate comunque con un esperto la superficie interessata, per evitare troppi movimenti del pavimento al calpestio, garantendo comunque il deflusso dell’acqua.

    O

    Per posare questo tipo di pavimento è necessario realizzare prima una struttura a reticolo, sulla quale verranno fissati i listoni con le viti o delle apposite clip in metallo. L’importante è che sia la struttura che il pavimento abbiano una certa pendenza, per evitare il ristagno dell’acqua.

    decking6

    Se volete montare da soli il pavimento in decking potrete farlo tranquillamente, l’importante è avere ben chiaro in mente il progetto finale. A tal proposito potreste chiedere consiglio a un esperto, che valuterà la scelta migliore per voi.

    decking7

    Una delle essenze del decking, che durano di più nel tempo, sono quelle che derivano dalle conifere, già ricche di oli essenziali, che allontanano il problema delle muffe, dei funghi e degli attacchi dagli insetti. Attenzione ai materiali caldi: sono da evitare sopra a questo tipo di pavimentazioni da giardino barbecue, pentole bollenti o torce.

    decking8

    Oltre al decking, esistono numerose tipologie di pavimentazioni per esterni. La pietra ricostruita è, ad esempio, la soluzione ideale per quei giardini dove viene effettuata una scarsa manutenzione. L’unico inconveniente è che è molto pesante e costa parecchio. Un’altra valida alternativa sono i listoni realizzati con polveri e scarti di materiale, particolarmente resistenti agli agenti atmosferici e ai raggi UV.

    871

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI