Mostra design Alessi: Ethical and Radical al Philadelphia Museum of Art

La mostra Alessi: Ethical and Radical che aprirà il prossimo 21 novembre al Philadelphia Museum of Art presenta una selezione di progetti nati da alcune delle più importanti collaborazioni che Alessi ha instaurato con progettisti e creativi a partire dal 1955

da , il

    La mostra di design Alessi: Ethical and Radical che aprirà il prossimo 21 novembre al Philadelphia Museum of Art presenta una selezione di progetti nati da alcune delle più importanti collaborazioni che Alessi ha instaurato con progettisti e creativi a partire dal 1955. Incentrata sui progetti di Achille Castiglioni, Ettore Sottsass, Alessandro Mendini, Philippe Starck, Robert Venturi, Michael Graves, Ron Arad, Fernando e Humberto Campana, Greg Lynn e altri, la mostra include circa 150 oggetti, disegni, foto storiche e video che documentano i traguardi raggiunti da Alessi nel corso degli anni.

    Gli oggetti in mostra presentano gli straordinari risultati ottenuti da Alessi, grazie al suo approccio di ricerca radicale nel campo del design. Una ricerca che si pone al confine tra industria e arte” osserva Kathryn Hiesinger, Curator del Dipartimento delle Arti Decorative del Philadelphia Museum of Art.

    La mostra è suddivisa in due sezioni: nella prima vi è una sorta di introduzione ad Alessi, la famiglia e la storia dell’azienda, questa sezione introduttiva include anche una “mappa” della mostra, disegnata da Alessandro Mendini. Nella seconda sono mostrati due delle ricerche più radicali sviluppate dall’azienda: Tea & Coffee Piazza del 1983 e Tea & Coffee Towers del 2003, entrambe curate e coordinate da Alessandro Mendini.

    Tra i prodotti storici esposti, il servizio da tè e caffè Bombé di Carlo Alessi (1945) con l’abbandono dell’ottone a favore dell’acciaio inossidabile, seguono gli oggetti nati dalle prime collaborazioni con progettisti esterni, come il servizio per cocktail di Luigi Massoni e Carlo Mazzeri del 1957.