Mobili rivestiti di stoffa, le idee più originali

Mobili rivestiti di stoffa: le idee più originali per cambiare aspetto alla propria abitazione semplicemente utilizzando avanzi di tessuti

da , il

    Chiunque abbia voglia di cambiamento in casa può pensare ai mobili rivestiti di stoffa, soluzione carina, di grande effetto e anche abbastanza economica. Una cassettiera datata, un armadio vintage, anche un tavolino o delle sedute antiche possono cambiare aspetto ed apparire rinnovate e più moderne semplicemente utilizzando tessuti colorati o avanzi di stoffe. Il recupero di un vecchio arredo può rappresentare un divertente passatempo capace di dare grandi soddisfazioni, oltre che un hobby capace di far risparmiare un bel po’ di soldi. In effetti chi ha detto che per donare un aspetto nuovo alla propria abitazione sia necessario acquistare complementi nuovi? Dopo il salto tante idee originali per rivestire i mobili con la stoffa.

    Ma come si fa a scegliere la stoffa giusta per ogni arredo? Semplicemennte seguendo i propri gusti e le proprie passioni. Una persona che adora l’arredamento in stile anni 70 può pensare di rivestire un mobile con cassetti o anche uno sgabello con tessuti che riproducono le classiche stampe retrò.

    Chi, invece, ha pensato di rinnovare la cameretta dei bambini, deve optare per una stoffa che riproduca immagini giocose e divertenti. Le ante di armadio, per esempio, possono essere rivestite con tessuti che richiamano i cartoni animati e i personaggi delle fiabe, così da regalare un’atmosfera quasi magica allo spazio dedicato ai più piccini.

    Qualunque tipo di arredo può anche essere impreziosito con stoffe bicolore, il bianco e nero per l’arredamento total white farà da contrasto con la lucentezza dell’intero ambiente, ma per i complementi in legno vanno bene anche le tinte pastello. Gli amanti dell’arredamento in stile provenzale, invece, possono puntare tutto sui colori tenui, cercando fantasie romantiche ed eleganti. Gli arredi possono anche essere rivestiti con stoffe identiche a quelle utilizzate per le tende o per le poltrone del salotto, così da creare una stanza omogenea e armonica.

    Attaccare la stoffa non è complicato, occorre solo avere un po’ di manualità. Prima procedere con l’applicazione del tessuto bisogna pulire accuratamente il mobile con un panno e un detergente neutro, per eliminare residui che potrebbero impedire la corretta funzione del collante. Prendere le misure della superficie da coprire e applicare l’apposita colla. Il consiglio è quello di cercare di far aderire il più possibile il tessuto, magari esercitando una leggera pressione con le mani e, soprattutto se si è all’inizio di usare una stoffa di poco valore.