Minuscule di Fritz Hansen in anteprima al Salone del Mobile 2012 [FOTO]

Minuscule di Fritz Hansen in anteprima al Salone del Mobile 2012 [FOTO]

Il lancio ufficiale della collezione 'Minuscule' del marchio danese Fritz Hansen, una nuova poltroncina e un tavolo lounge, progettati da Cecilie Manz, ci ricordano la storia di un marchio che rappresenta a pieno titolo la scuola del design nordico che ci invita ad un anteprima per il Salone per la stampa il 17 aprile

da in Aziende, Fritz Hansen, Salone Del Mobile e Fuorisalone 2016, Sedie di Design, Cecilie Manz
Ultimo aggiornamento:

    E’ attesissimo il lancio ufficiale della collezione ‘Minuscule‘ del marchio danese Fritz Hansen: in anteprima per il Salone del Mobile 2012 una nuova poltroncina e un tavolo lounge progettati per un ambiente informale dalla designer Cecilie Manz. Oggetti che ci fanno conoscere la storia di un marchio che rappresenta a pieno titolo la scuola del design nordico che ci invita ad un anteprima per la stampa il 17 aprile. Celebrando il suo lancio globale al Salone Internazionale del Mobile di Milano 2012, Minuscule sarà esposta allo showroom B-Loose in tempo per il mese di maggio. Gli ospiti potranno ammirare i nuovi progetti e incontrare la progettista Cecilie Manz, che sarà sul posto per rispondere alle domande circa i suoi lavori.

    Un pò di storia
    fritz hansen storia
    La storia del brand inizia nel 1872, quando l’ebanista Fritz Hansen ottiene una licenza di commercio a Copenaghen e fonda una società di produzione mobili. Fritz e suo figlio Cristiano avviano una linea di design di alta qualità e la lunga lista di prestigiosi ordini dai primi cinquant’anni di storia dell’azienda dimostra quanto forte fosse la reputazione del marchio già all’inizio del XX secolo. Arne Jacobsen domina completamente gli anni cinquanta della produzione: la collaborazione era iniziata già nel 1934, ma arriva a una svolta con la sedia Ant in legno laminato che, più tardi, ha dato il via alla storia delle sedie impiallacciate. Arne Jacobsen brilla poi per la creazione delle icone in stile moderno come le poltrone Egg e Swan progettate per il Royal Hotel a Copenaghen. Compare anche un altro mito nella storia del design Fritz Hansen, Verner Panton , ma l’intero decennio produttivo appartenne a Arne Jacobsen.

    Un classico che si rinnova: la serie Seven
    fritz hansen sedia serie7
    In onore di Arne Jacobsen, Fritz Hansen ha presentato da poco una nuova gamma di colori per la collezione sedie impilabili in legno impiallacciato Serie 7: ci sono l’ acero, il frassino, il faggio, il ciliegio, l’ Oregon Pine, l’olmo, la quercia, il noce e il rovere tinto moro. Con ogni tipo di legno dell’impiallacciatura, ottenendo naturalmente centinaia di sfumature di colore, è sempre possibile trovarne un tipo che corrisponda a vostri interni esistenti.

    Vengono introdotti nove nuovi colori, ispirati alle palette di colori approvate originariamente da Jacobsen nel 1968.

    La poltrona Swan si veste di moda
    fritz hansen poltrona swan
    Il brand danese si avvicina al leader dei tessuti Kvadrat per il lancio europeo di una nuova poltrona Swan, con rivestimento disegnato da Paul Smith: un nuovo tessile di tappezzeria progettato in collaborazione con il celebre stilista britannico lanciato durante la London Fashion Week presso il Repubblic Fritz Hansen Store. Si chiama point ed è un tessuto che costituisce una rivisitazione immaginativa di stili classici, che si distingue per la una fusione di pattern differenti. “L’idea di questo tessuto è venuta dalla tradizionale scozzese, da cui ho spesso tratto ispirazione“ha detto Paul Smith.

    La nuova storia: il sofà Favn di Jamie Hayon
    fritz hansen sofa favn
    Favn, la traduzione danese della parola abbraccio, è il risultato di un dialogo sperimentale fra Fritz Hansen e il designer Jaime Hayon e rappresenta una coerente interpretazione dei valori dei progetto del marchio. “FAVN è un’ evoluzione del linguaggio del design di Fritz Hansen che riunisce le qualità del design danese a quello spagnolo” dice Jaime Hayón. “Favn sta riprendendo la lunga tradizione di Arne Jacobsen, nel senso che volevo creare una forma che si basasse su un guscio, come avviene per Egg o Swan, che sembrasse altrettanto bello da tutte le angolazioni.” Hayón continua. “Volevo che la forma si basasse su quella di una conchiglia. Un guscio duro all’esterno, morbido e accogliente all’interno. Ho voluto creare un forma che abbracciasse chi ci stesse seduto sopra“. Riconosciuto per lo stile fresco, colorato ed estroverso, il premiato artista-designer costituisce la più recente aggiunta all’ albero genealogico dei designer per Fritz Hansen.

    801

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AziendeFritz HansenSalone Del Mobile e Fuorisalone 2016Sedie di DesignCecilie Manz
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI