Michael Jackson: mobili all’asta

Tutti gli amanti di Michael Jackson, che possono permettersi una fortuna da spendere in onore del proprio mito, sicuramente non perderanno occasione il 25 giugno di partecipare all'ennesima vendita all’asta, attraverso la Julien Auctions, di cimeli appartenuti all’artista

da , il

    Continua il pauroso giro d’affari legato alla morte del cantante Michael Jackson, avvenuta lo scorso luglio, in seguito alla quale si continuano a raccogliere guadagni con aste da capogiro.

    Tutti gli amanti della pop star, che possono permettersi una fortuna da spendere in onore del proprio mito, sicuramente non perderanno occasione il 25 giugno di partecipare all’ennesima vendita all’asta di cimeli e mobili di Michael Jackson.

    Questa volta, attraverso la Julien Auctions, saranno messi all’incanto vari mobili disegnati da lui stesso ed una miriade di oggetti personali.

    I mobili che andranno all’asta, erano stati commissionati alla Colombostile Artisans, prima della sua morte e si tratta di 22 pezzi che avrebbero arredato la sua nuova residenza privata nel Kent, in Inghilterra, dove aveva deciso di rimanere per tutta la durata del tour di concerti “This Is It”.

    Infatti, la particolarità di questa importante asta è che per tutta la sua durata, sarà in mostra una simulazione di quella dimora nel Kent, che stava realizzando Jackson, per che fornire un’idea di ciò che il cantante aveva effettivamente previsto, ed i fans potranno vedere come sarebbe stata la sua casa con il design dei mobili da lui stesso personalizzato.

    Tra i pezzi principali della collezione, spiccano diverse poltrone rivestite in madreperla o in foglia d’oro-platino (stimate 18.500 $) ed altre due con doppia-aquila d’oro ricamata (60.000 $), oltre ad una scrivania dorata in stile 17° secolo, in legno ebanizzato con intarsi di madre perla ($ 120.000) ed un divano barocco di velluto rosso e dorato con intarsi di pietre dure ($ 150.000).

    La vendita fa parte del ciclo di aste estive “Music Icons” in programma al Planet Hollywood Resort and Casino di Las Vegas, per chi fosse interessato.

    Foto:

    www.luxuryonline.it/