Materassi Permaflex e l’installazione interattiva di Beccari

La collezione di materassi Permaflex 2010, è presentata al Salone del Mobile di Milano, attraverso una videoproiezione interattiva curata dall’artista Gianluca Beccari, che sfruttando fibre ottiche e video arte, ha proiettato sul materasso figure umane che dormono beate, e cambiano posizione ogni volta che il visitatore si avvicina, restituendo la sensazione di piacere misto a inconscio tipica del sonno

da , il

    permaflex

    La collezione di materassi Permaflex 2010, è stata recentemente presentata al Salone del Mobile di Milano, attraverso un’interessantissima videoproiezione interattiva curata dall’artista Gianluca Beccari che ha interpretato il materasso, oggetto comune nella vita dell’uomo, come un supporto artistico. Beccari sfruttando fibre ottiche e video arte, ha permesso di proiettare sul materasso figure umane che dormono beate, e cambiano posizione ogni volta che il visitatore si avvicina, restituendo la sensazione di piacere misto a inconscio tipica del sonno.

    Sicuramente quella di Permaflex è stata un’installazione assolutamente originale, in grado di regalare un’esperienza nuova ai visitatori.

    L’azienda Permaflex, con sede a Granarolo dell’Emilia, in provincia di Bologna, da sempre si distingue sul mercato per l’utilizzo di materiali e tecnologie all’avanguardia capaci di conciliare l’innovazione e la tradizione in comfort assoluto.

    Al Salone Internazionale del mobile di Milano, oltre ai classici materassi a molle e ai naturali in lattice, sono stati presentati i nuovi articoli in Memory foam, materiale dalla struttura flessibile che si adatta alla posizione del corpo e in Touch Foam, speciale resina ad alta resistenza prodotta a base d’acqua in ambiente a pressione variabile.

    Ad aumentare l’indice di benessere, nel lato invernale le imbottiture sono in cachemere, lana vergine, angora, mohair o cammello e nel lato estivo in fresco lino, seta o puro cotone, per dormire sempre nel miglior microclima possibile.